Operazione Matassa davanti al gup. Si costituiscono le parti civili

Pubblicato il alle

1' min di lettura

L’udienza preliminare dell’operazione “Matassa” , su presunti collegamenti tra criminalità cittadina ed elezioni amministrative e regionali del 2013 e 2012, si è svolta oggi nell’aula bunker del carcere di Gazzi: 50 gli imputati comparsi davanti al gup Maria Vermiglio.

In corso di udienza sono state ammesse come parti civili: l’associazione AddioPizzo , l’associazione Codici Onlus, Obiettivo legalità e il Centro Studi Falcone a Borsellino. Sei tra gli imputati hanno chiesto di essere giudicati con il rito l’abbreviato. Si tratta di Fortunato Magazzù, Piero Costa, Carmelo Catalano, Luca Siracusano, Stefano Genovese e Michelangelo La Malfa. Il gup si è invece riservata la decisione su altri otto richieste di abbreviato subordinato, quelle di Raimondo Messina, Vincenza Celona, Giovanni Celona, Pietro Santapaola, Giuseppe Cambria Scimone, Fortunato Cirillo e Giovanni Ventura.

Per alcune dichiarazioni, la procura ha avanzato richiesta di incidente probatorio. Indicata anche una serie di intercettazioni da trascrivere.

L’udienza è stata rinviata a lunedì prossimo.

(527)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.