Nascondevano la droga sottoterra. In manette un 34enne e un 17enne

Pubblicato il alle

1' min di lettura

Droga2I Carabinieri di Messina Sud, nella nottata di ieri, hanno arrestato, in flagranza di reato, due giovani per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e resistenza a Pubblico Ufficiale. La droga, con molta probabilità, era già pronta per essere immessa sul mercato locale. I militari dell’Arma hanno rinvenuto, in un terreno incolto ubicato nella zona sud della città, 4 chili e 800 grammi di marijuana, abilmente occultata sottoterra. I due giovani finiti in manette, Maurizio Calabrò, 34 anni, nato a Messina, e un 17enne della zona sud, entrambi già noti alle Forze dell’Ordine, sono stati sorpresi nel tentativo di recuperare la droga dall’appezzamento. Alla vista dei Carabinieri, i due hanno opposto resistenza ma sono stati bloccati e arrestati dopo una breve colluttazione.

Durante la perquisizione, i militari dell’Arma hanno rinvenuto un badile e 255 euro. Tutto il materiale è stato sottoposto a sequestro.

Calabrò si trova ora nella Casa circondariale di Gazzi, il minorenne, invece, è stato accompagnato a un Centro di Prima Accoglienza.

(57)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.