Messina. Corruzione nel settore pubblico: 11 arresti per l’Operazione “Ottavo Cerchio”

foto della volante della polizia stradale di messinaOperazione “Ottavo Cerchio”. Sono 11 gli arresti eseguiti a Messina alla prima luce dell’alba di oggi. Tra gli indaganti per corruzione, rivelazione di segreto d’ufficio e fittizia intestazione di beni, ci sono soggetti operanti nel pubblico e nel privato.

Già dalle prime luci dell’alba, decine di operatori della Polizia di Stato sono impegnati in un’operazione che ha portato all’arresto di 11 persone, ritenute a vario titolo responsabili di fattispecie delinquenziali poste in essere nel campo della corruzione, della rivelazione di segreto d’ufficio e della fittizia intestazione di beni.

L’azione investigativa aveva inizio la notte di Capodanno del 2019, allorquando la saracinesca di un esercizio commerciale, una tabaccheria sita in zona Camaro, veniva attinta da alcuni colpi di arma da fuoco. Tale episodio, prima facie, pareva integrare gli estremi di un preciso segnale intimidatorio rivolto ai titolari dell’esercizio per un possibile intento estorsivo.

La Squadra Mobile avviava, pertanto, una mirata azione investigativa che, al netto delle evidenze afferenti all’episodio del danneggiamento alla Tabaccheria, consentiva – fin da subito – di portare alla luce l’esistenza di un sistema di corruzione che coinvolgeva, a vario titolo, soggetti operanti sia nel settore pubblico che in quello privato.Quattordici, in totale, i soggetti indagati, undici dei quali raggiunti da misure cautelari. È altresì in corso di esecuzione il sequestro preventivo del complesso di beni e utilità economiche di una società commerciale.

Maggiori dettagli saranno forniti nel corso della mattinata.

FONTE: Questura di Messina

(1484)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *