polizia metropolitana auto

Messina, cani aggrediscono una donna a Giampilieri: denunciato il proprietario

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Sono state giudicate guaribili in 10 giorni le ferite riportate dalla donna che, nelle scorse ore, ha subito l’aggressione di alcuni cani a Giampilieri. Il proprietario è stato denunciato per lesioni personale corpose. A intervenire è stata la Polizia Metropolitana che sono intervenuti anche a Naso per la presenza di circa quaranta esemplari di specie avicole la cui detenzione non risultava regolare. Il report.

Prosegue l’intensa attività svolta dalla Polizia Metropolitana, su input del Commissario straordinario ing. Leonardo Santoro, nell’ambito della tutela avifaunistica, ambientale e infortunistica stradale.

Gli operatori della sezione specialistica, agli ordini del Comandante dott. Daniele Lo Presti, sono intervenuti a Giampilieri a seguito di una aggressione di cani nei confronti di una donna del luogo, ferita da morsicature varie su arti superiori e inferiori e giudicata guaribile in dieci giorni dai sanitari dell’Ospedale Papardo.

Il detentore è stato deferito all’Autorità Giudiziaria per lesioni personali colpose mentre animali, risultati regolarmente iscritti all’anagrafe canina, su disposizione del veterinario intervenuto, sono stati sottoposti a profilassi antirabbica e al sequestro fiduciario per dieci giorni.

Nella stessa località, è stato soccorso e consegnato al centro di recupero della fauna selvatica dei colli San Rizzo un raro esemplare di tarabusino, in evidente stato di difficoltà.

Un’altra operazione è stata condotta dalla sezione radiomobile che è intervenuta, lungo la strada provinciale 12, nel territorio di Limina, bloccata da un autoarticolato posizionato di traverso. Il conducente, responsabile anche del danneggiato di un muretto di protezione della carreggiata e di un palo dell’illuminazione, è stato sanzionato per violazione del codice della strada.

Infine, agenti della sezione specialistica, in collaborazione con il medico veterinario del distretto di Patti, sono intervenuti a Naso per la presenza di circa quaranta esemplari di specie avicole la cui detenzione non risultava regolare, ed hanno comminato al trasgressore una sanzione di 10.328 euro per mancato possesso del codice aziendale rilasciato dall’ASP.

FONTE: Città Metropolitana di Messina

(402)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.