Messina. Cane legato ad un palo ed abbandonato: denunciato il responsabile

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Nel pomeriggio di ieri, la Polizia Specialistica al comando del commissario Giovanni Giardina ha svolto un’indagine che ha permesso nella serata di individuare il responsabile dell’abbandono di un cane in centro a Messina.

Il tutto è iniziato con la segnalazione da parte di un cittadino che ha assistito all’abbandono in pieno centro cittadino. Il cane, in stato di maltrattamento, denutrito, disidratato, al punto da non essere in grado di muoversi, era stato legato ad un palo con una corda. La persona fotografata nelle fasi dell’abbandono è stata rintracciata presso la propria abitazione e deferita all’autorità giudiziaria per i reati di maltrattamento e abbandono di animali art. 727 e 544ter Codice Penale.

Sempre nella giornata di ieri, la Polizia Specialistica al comando del commissario Giovanni Giardina comandante vicario del corpo di Polizia municipale, coadiuvato dall’ispettore Giacomo Visalli coordinatore della squadra Ambientale è intervenuta nella zona sud della città verbalizzando un soggetto per il ripetuto abbandono dei rifiuti domestici nel greto del torrente ove manteneva delle galline che si nutrivano degli stessi. Il soggetto dovrà rispondere anche di abusi edilizi art. 44, 93, 94 e 95 D.P.R. 380/01.
Poco più tardi, un altro soggetto è stato sorpreso ad abbandonare rifiuti, sempre nella zona sud; fermato dagli agenti della squadra è stato deferito all’autorità giudiziaria per i reati di trasporto e abbandono di rifiuti speciali non pericolosi (art. 256 D.Lgs 152/06) ed il mezzo, una moto ape, è stato sequestrato unitamente all’area oggetto di ripetuto abbandono. Nei confronti del conducente si è inoltre proceduto alla verbalizzazione in quanto sprovvisto di patente, revisione periodica e copertura assicurativa.

In un altro torrente più a sud un uomo si è posto davanti al mezzo meccanico, intento alla pulizia del torrente, per impedirne i lavori, allontanato dagli uomini dell’ispettore Visalli, la ditta ha potuto continuare i lavori. La squadra rifiuti ha elevato inoltre, nella giornata di ieri, 15 verbali per per il mancato rispetto delle ordinanza 261/16 e 232/18 e abbandono al suolo D.Lgs 152/06.

 

(1268)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.