Da lunedì, saranno gli uomini della Polizia a proteggere i procuratori Ardita e Tinebra. Nicotra (Osapp) accusa: «Il provvedimento danneggia la Polizia Penitenziaria»

polizia penitenziariaCambiano gli uomini della scorta del Procuratore Aggiunto di Messina, Sebastiano Ardita, e del Procuratore Generale di Catania, Gianni Tinebra, e Mimmo Nicotra, Vice Segretario Generale del Sindacato di Polizia Penitenziaria (Osapp), contesta tale provvedimento dichiarando: «Danneggia sicuramente l’immagine di tutto il Corpo di Polizia Penitenziaria». La sicurezza dei due procuratori verrà affidata, da lunedì, agli agenti delle Forze di Polizia. Secondo Nicotra, sarebbe più opportuno «attingere a tutti i Palazzi del potere della Repubblica dove sono impiegate molte unità del Corpo, invece che distogliere una decina di unità che hanno assicurato la sicurezza personale di chi combatte in prima linea la mafia».

(70)

Categorie

Cronaca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *