Corsi d’oro. Chieste 13 condanne nel processo sulla Formazione

Pubblicato il alle

2' min di lettura

“Corsi d’oro 1”, il processo sulla formazione che si svolge davanti ai giudici della seconda sezione penale del Tribunale di Messina, giunge alla tappa delle richieste dell’accusa.

I pm hanno chiesto la condanna per 13 imputati. A 8 anni e 6 mesi per Elio Sauta, presidente dell’Aram, ente di formazione professionale; 6 anni e 10 mesi per la moglie, Graziella Feliciotto; per Chiara Schiro’, moglie del parlamentare Francantonio Genovese, chiesti 6 anni e 4 mesi; per Concetta Cannavo’, dell’ente Lumen, 2 anni ed 8 mesi; per Natale Lo Presti 6 anni e 10 mesi; per Nicola Bartolone, 4 anni 10 mesi e l’assoluzione per due capi d’imputazione; per Carlo Isaja, 2 anni e 2 mesi; per l’ex assessore comunale e rappresentante dell’Ancol, Carmelo Capone, e per il fratello, Natale Capone 5 anni ciascuno; per Giuseppe Caliri, 2 anni; per Salvatore Giuffrè, 4 anni; per Daniela D’Urso, moglie dell’ex sindaco Giuseppe Buzzanca, chiesti 3 anni ed 8 mesi; per Daniela Pugliares, 2 anni e 10 mesi.

I pubblici ministeri hanno chiesto anche sanzioni pecuniarie per gli enti, in particolare per Ancol e’ stata chiesta la sanzione pecuniaria di 300 quote dell’importo di 200 euro ciascuno; per Elfi Immobiliare srl la sanzione pecuniaria di 500 quote da 400 euro ciascuno; per Sicilia Service srl, 350 quote da 300 euro ciascuno; per Centro Servizi 2000 srl, 500 quote da 400 euro ciascuno; per l’Associazione Pianeta Verde srl, 300 quote dell’importo di 200euro ciascuno.

Subito dopo sono intervenuti gli avvocati di parte civile, che per gran parte si sono associati alle richieste del Pm.

Il processo e’ stato rinviato, proseguira’ a gennaio con gli interventi della difesa. Le accuse contestate a vario titolo sono di associazione finalizzata al peculato ed alla truffa reati finanziari e falsi in bilancio connessi alla gestione degli enti di formazione professionale, peculato, truffa e tentata truffa.

(534)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.