‘Corsi d’oro’: annullata con rinvio la misura dell’obbligo di dimora a Francantonio Genovese

Pubblicato il alle

1' min di lettura

La Sesta Sezione della Corte di Cassazione, accogliendo il ricorso presentato dalla difesa del parlamentare Francantonio Genovese, ha annullato con rinvio l’ordinanza emessa dal Tribunale del Riesame di Messina lo scorso 7 luglio, con cui era stato confermato al parlamentare l’obbligo di dimora nella città dello Stretto.  Genovese è al centro del processo “Corsi d’oro 2”, sulla formazione professionale.

“Dopo l’annullamento disposto dalla Seconda Sezione della Cassazione in data 29 aprile 2016, l’annosa vicenda cautelare, che vede ancora sottoposto a misura Genovese, registra una nuova pronuncia favorevole – commenta l’avvocato Nino Favazzo- attendo che il Tribunale, dopo la nuova pronuncia della Suprema Corte, seppur tardivamente, prenda atto della insussistenza delle esigenze cautelari e, senza ulteriori indugi, revochi una misura che, sin dalla applicazione, si è segnalata solo per essere inutilmente afflittiva. Confido che il Tribunale – conclude il legale – vorrà riportare la vicenda cautelare entro irrinunciabile confini di legittimità, facendo giustizia di un evidente errore, in cui si è fin qui incorsi”.

(408)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.