Catturati in un casolare di Lentini i due fratelli Mignacca. Uno si suicida

carabinieri-molto-bellaI due boss tortoriciani, Calogero e Vincenzino Mignacca, latitanti dal 2008, sono stati scovati questa notte dai carabinieri di Siracusa e di Messina in un casolare alla periferia di Lentini (Siracusa). Uno dei due fratelli, Vincenzino, e’ morto dopo essersi sparato un colpo di pistola, mentre l’altro, pure lui armato, e’ stato bloccato dai militari. I due fratelli, ritenuti elementi di spicco della famiglia mafiosa dei Tortoriciani, coinvolti nell’operazione antimafia, Icaro-Romanza, furono condannati all’ergastolo con l’accusa di associazione mafiosa, omicidi ed estorsioni commessi tra il 1997 e il 2000 nell’hinterland tirrenico ddella nostra provincia.
La scorsa notte, i carabinieri del Gis (Gruppo di intervento speciale),hanno prima circondato il covo dei due latitanti, poi hanno intimato la resa e hanno fatto irruzione nel casolare, sfondando la porta di ingresso ed immobilizzando immediatamente Calogero Mignacca, che si trovava all’ingresso ed è risultato in possesso di una pistola.
Domani alle 11, nel corso una conferenza stampa indetta al Comando Provinciale dei carabinieri di Messina, saranno illustrati i particolari della cattura.

 

(51)

Categorie

Cronaca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *