Bruciati due ettari di macchia mediterranea nel messinese: due denunce per incendio boschivo

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Si chiude il cerchio sull‘incendio boschivo che nell’ottobre 2022 ha bruciato due ettari di macchia mediterranea a Roccella Valdemone, in provincia di Messina. I Carabinieri hanno individuato i presunti responsabili e ricostruito l’accaduto. Il report. 

In particolare, nel mese di ottobre, un incendio di natura dolosa aveva distrutto circa due ettari di macchia mediterranea in contrada Piano Notaro, ricadente nel comune di Roccella Valdemone. In quella circostanza, i militari dell’Arma, subito dopo aver ricevuto l’allarme da parte di alcune persone del luogo e del personale del Corpo Forestale, erano intervenuti tempestivamente sul posto. Le indagini avviate nell’immediatezza, attraverso sopralluoghi ed escussioni testimoniali, avevano portato i Carabinieri a concentrare da subito la loro attenzione su un autoveicolo che era stato notato allontanarsi dal luogo dell’incendio qualche istante prima del divampare delle fiamme. Grazie agli approfondimenti investigativi condotti nell’immediatezza, il veicolo con a bordo due persone è stato rintracciato poco dopo ancora nel territorio di Roccella Valdemone, dopo un’accurata ispezione del mezzo, i Carabinieri hanno quindi rinvenuto un bidoncino contenente del liquido infiammabile e due accendini.

Il materiale è stato sottoposto a sequestro per essere inviato ai Carabinieri del Reparto Investigazioni Scientifiche di Messina per analisi di laboratorio insieme ad alcuni campioni del terreno combusto repertati sul luogo dell’incendio e le due persone sono state denunciate in stato di libertà per il reato di incendio boschivo.

FONTE: Legione Carabinieri “Sicilia” – Comando Provinciale di Messina

(242)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.