roberto speranza, ministro della salute

Zona gialla, arancione e rossa: i parametri del nuovo Decreto Covid per i colori delle regioni

Pubblicato il alle

5' min di lettura

Cambiano i parametri per i colori delle regioni e quindi per il passaggio tra zona bianca, gialla, arancione e rossa: è quanto stabilito, tra le altre cose, dal nuovo Decreto Covid varato dal Consiglio dei Ministri e illustrato dal premier Mario Draghi e dal Ministro della Salute, Roberto Speranza, nel corso della conferenza stampa del 22 luglio 2021. A fare da ago della bilancia sarà il tasso di occupazione dei posti letto per i pazienti affetti dal coronavirus.

Allargamento delle funzioni del green pass, cambio dei parametri per il passaggio da una zona di rischio all’altra, prolungamento dello stato di emergenza fino al 31 dicembre 2021: sono questi i tre provvedimenti principali contenuti nel Decreto Legge varato ieri dal Consiglio dei Ministri. Le nuove misure sono state pensate per scongiurare eventuali chiusure che danneggerebbero le attività economiche, mantenendo al contempo la sicurezza.

«Il green pass non è un arbitrio – ha sottolineato in conferenza stampa il presidente del Consiglio, Mario Draghi –, è una condizione per tenere aperte le attività economiche». Allargando il raggio d’azione del green pass, ha spiegato, è stato possibile cambiare i parametri per il passaggio da una zona di rischio all’altra, tenendo le regioni in zona bianca. Senza queste modifiche, con molta probabilità, regioni come la Sicilia o la Sardegna sarebbero a breve diventate gialle.

Dopo aver visto quando e dove sarà obbligatorio il green pass a partire dal 6 agosto 2021, vediamo le nuove regole per il cambio di colore delle regioni e quindi per il passaggio da zona bianca a zona gialla, e poi a zona arancione e a zona rossa, in vigore dal 1° agosto.

I nuovi parametri per i colori delle regioni: cosa dice il Decreto Covid

L’incidenza dei contagi, spiegano dal Governo, resta in vigore ma non sarà più il criterio guida per la scelta dei colori (banca, gialla, arancione, rossa) delle Regioni. Dall’entrata in vigore del Decreto Covid i due parametri principali saranno:

  • il tasso di occupazione dei posti letto in area medica per pazienti affetti da Covid-19;
  • il tasso di occupazione dei posti letto in terapia intensiva per pazienti affetti da Covid-19.

Criteri per restare in zona bianca

Le Regioni restano in zona bianca se:

  • l’incidenza settimanale dei contagi è inferiore a 50 casi ogni 100.000 abitanti per tre settimane consecutive;
  • qualora si verifichi un’incidenza superiore a 50 casi per 100.000 abitanti, la Regione resta in zona bianca se si verifica una delle due condizioni successive:
    • il tasso di occupazione dei posti letto in area medica per pazienti affetti da Covid-19 è uguale o inferiore al 15%;
    • il tasso di occupazione dei posti letto in terapia intensiva per pazienti affetti da Covid-19 è uguale o inferiore al 10%.

Passaggio da zona bianca a zona gialla

Di seguito, le condizioni che determineranno il passaggio da zona bianca a zona gialla:

  • l’incidenza settimanale dei contagi deve essere pari o superiore a 50 ogni 100.000 abitanti a condizione che il tasso di occupazione dei posti letto in area medica sia superiore al 15 per cento e il tasso di occupazione dei posti letto in terapia intensiva per pazienti affetti da Covid-19 sia superiore al 10 per cento;
  • qualora si verifichi un’incidenza pari o superiore a 150 casi per 100.000 abitanti, la Regione resta in zona gialla se si verificano una delle due condizioni successive:
    • il tasso di occupazione dei posti letto in area medica per pazienti affetti da Covid-19 è uguale o inferiore al 30%;
      oppure
    • il tasso di occupazione dei posti letto in terapia intensiva per pazienti affetti da Covid-19 è uguale o inferiore al 20%;

Passaggio da zona gialla a zona arancione

Una Regione passa in zona arancione se si verifica un’incidenza settimanale dei contagi pari o superiore a 150 ogni 100.000 abitanti e aver contestualmente superato i limiti di occupazione dei posti letto di area medica e terapia intensiva prevista per la zona gialla

Passaggio da zona arancione a zona rossa

Una Regione passa in zona rossa in presenza di un’incidenza pari o superiore a 150 casi per 100.000 abitanti e se si verificano entrambe le condizioni successive:

  • il tasso di occupazione dei posti letto in area medica per pazienti affetti da COVID-19 è superiore al 40%;
  • il tasso di occupazione dei posti letto in terapia intensiva per pazienti affetti da COVID-19 è superiore 30%.

(212)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.