visite gratuite museo messina

Visite gratuite al Museo di Messina, il bilancio del Comune tra risultati e criticità

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Il Comune di Messina ha pubblicato il report dell’iniziativa “Il Comune ti porta al Museo”, che nella settimana del 450esimo anniversario della nascita di Caravaggio ha organizzato visite gratuite al Museo regionale di Messina (MuMe).

Dal 29 settembre al 5 ottobre ci sono stati 2.291 visitatori, di cui 1.752 residenti che hanno potuto approfittare dell’ingresso gratuito, 300 i non residenti col biglietto intero, 218 appartenenti a categorie speciali e minori con il biglietto gratuito e 21 i giovani tra i 18 e i 25 anni col biglietto ridotto.

Il Comune ha definito questi risultati un successo, ma l’iniziativa ha sofferto di un grosso limite, ossia la fascia oraria 9.00-17.00 di sabato e domenica, che ha tagliato fuori dal pubblico potenziale parecchi tra lavoratori e studenti. Il prolungamento è stato infatti concesso solo nei giorni di giovedì e venerdì, mentre il numero più alto di ingressi si è registrato domenica.

«L’intento – ha detto l’assessore Enzo Caruso, ideatore della promozione insieme al sindaco Cateno De Luca –, lo ricordiamo, è stato quello di rendere i messinesi protagonisti della promozione indotta del polo museale attraverso la conoscenza personale del sito culturale, purtroppo ancora poco noto a tanti concittadini».

Giovedì sono stati registrati in tutto solamente 195 ingressi, mentre il giorno con più visitatori è stato domenica 3 ottobre, con un totale di 826 visitatori. Il Comune ha dato mandato al Dirigente del Dipartimento Servizi Finanziari, tramite una delibera di giunta, di prenotare l’acquisto dei biglietti, per i quali è stata spesa la cifra di 13.000 euro.

La collaborazione con l’Assessore regionale alla Cultura e all’Identità Siciliana, Alberto Samonà, il Dipartimento Regionale, il Direttore e il personale del Museo, ha consentito, nell’ambito del progetto delle visite gratuite al Museo regionale di Messina, di attivare la procedura amministrativa per l’acquisto di biglietti ridotti da parte del Comune e l’accoglienza e la visita delle sale museali.

Restano comunque alcune criticità, segnalano però da Palazzo Zanca, ad esempio la presenza di un solo sportello a fronte di 826 persone che hanno visitato il Museo il 3 ottobre e l’assenza, quindi, di una piattaforma web dalla quale sarebbe stato possibile prenotare online. «Mancano le audio-guide multilingue e non esiste personale interno che guidi e illustri la visita» ha dichiarato in conclusione l’assessore Caruso.visite gratuite museo messina

(201)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.