coda di auto a torre faro

Viabilità a Torre Faro, a Palazzo Zanca si torna a discutere dell’isola pedonale

Pubblicato il alle

4' min di lettura

In vista della stagione calda, in Commissione a Palazzo Zanca si torna a discutere dei provvedimenti per la viabilità a Torre Faro e dell’isola pedonale. In vista della Seduta, già nei giorni scorsi il capogruppo del Movimento 5 Stelle, Cristina Cannistrà, aveva chiesto chiarimenti sul parcheggio Torri Morandi e sull’istituzione della ZTL per il borgo marinaro della zona Nord di Messina.

Infatti, si aspetta ancora che la delibera sull’isola pedonale di Torre Faro possa concretizzarsi.  «Venga attuato – ha scritto il M5S nella nota inviata prima della Seduta – quanto previsto dalla nostra mozione, approvata all’unanimità dal Consiglio».

La stagione calda del traffico

La Commissione Viabilità, presieduta dal Consigliere comunale Libero Gioveni, si è riunita oggi – lunedì 12 aprile – per pianificare i futuri provvedimenti viari nella zona di Torre Faro in vista della stagione estiva.

«Si è trattato di un primo confronto con l’Amministrazione – dice Gioveni – per tentare di farsi trovare preparati, Covid permettendo, nella gestione di una viabilità certamente complessa in estate nel bellissimo borgo marinaro.

Tante sono state le proposte messe sul tavolo che vanno dall’istituzione di un’isola pedonale all’istituzione della ZTL con il contestuale utilizzo di una navetta ATM e del parcheggio Torri Morandi». Il parcheggio, si ricorda, è stato acquisito dal Comune a seguito della dichiarazione di pubblica utilità, ma manca ancora un ultimo passaggio, la stipula del contratto con Enel, ex proprietario del terreno. Questo, in ogni caso, non dovrebbe compromettere la decisione di utilizzarlo durante la stagione estiva.

«Tra le criticità evidenziate – conclude il presidente Gioveni –, anche l’incognita che ancora grava sul futuro dei vigili urbani concorsisti, il cui contratto scadrà il prossimo 13 agosto. La Commissione, accogliendo la disponibilità manifestata dall’Assessore Mondello, che, pur volendo mantenere quanto stabilito nel PGTU (Piano Generale del Traffico Urbano) ha aperto ad una condivisione di intenti con l’Organo consiliare, si è determinata nel voler redigere un documento unitario da approvare il prossimo 26 aprile, portandolo all’attenzione dell’Amministrazione».

Cosa chiede il M5S per la viabilità di Torre Faro: dall’isola pedonale alle telecamere

L’obiettivo per i pentastellati è di riqualificare il borgo marinaro e ridare una nuova vita alla zona nord, molto frequentata dai messinesi.  «Obiettivo dell’incontro – si legge ancora nella nota del Movimento 5 Stelle – è quello di riqualificare il borgo marinaro e mettere fine una volta per tutte al caos che penalizza una delle zone più belle di Messina e di tutta la Sicilia, a partire dall’istituzione di una Ztl e dalla regolamentazione del traffico veicolare con l’ausilio di telecamere fisse per il controllo degli accessi e dei flussi.

Ormai siamo giunti ad aprile e non è più possibile temporeggiare: i residenti e i commercianti pretendono delle risposte urgenti, e sono stanchi di dover affrontare quotidianamente confusione, ingorghi e inciviltà. Un problema che si protrae da troppo tempo e che di certo non può essere risolto solo con i presidi fissi della Municipale.

Chiediamo nuovamente all’Amministrazione di dare seguito al più presto alla nostra proposta e di attuare in modo continuativo quanto indicato nella mozione di indirizzo per una riqualificazione funzionale dell’intera area, con immediati benefici per la sicurezza pubblica, la tutela dell’ambiente e in generale per una migliore qualità di vita».

(Foto di repertorio)

(83)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.