vaccino anti-covid

Vaccini anti-covid: la Sicilia raggiunge il 60% e “sale” al penultimo posto in Italia

Pubblicato il alle

1' min di lettura

A dirlo sono gli ultimi dati sulle somministrazioni dei vaccini anti-covid, aggiornati al 13 settembre: la Sicilia non è più l’ultima regione d’Italia, avendo raggiunto il 60% di popolazione che ha completato l’intero ciclo vaccinale. Sotto si colloca la provincia autonoma di Bolzano (58,7%), un gradino sopra la Calabria (61,9%). La media nazionale è del 67,4%.

Per quel che riguarda i richiami, un 6,9% di siciliani è in attesa, mentre a non aver fatto neanche la prima dose è il 33% della popolazione. I numeri dicono anche che la Sicilia su 6.867.421 di dosi consegnate ne ha somministrate 5.985.140, vale a dire l’87,2%. L’ultima media mobile a 7 giorni di dosi somministrate ogni giorno in Sicilia è di 21.315.

Se le somministrazioni andranno avanti a questo ritmo, ci vorrà 1 mese e 13 giorni per coprire l’80% della popolazione vaccinabile. Quindi si arriverà al 26 ottobre, mentre la previsione nazionale è per fine settembre. In ogni caso, anche in Sicilia è previsto l’avvio delle inoculazioni della terza dose del vaccino contro il coronavirus per le categorie a rischio a partire dal 20 settembre, in base a quanto stabilito e comunicato dal commissario nazionale per l’Emergenza Covid-19, Francesco Paolo Figliuolo.

Nei giorni scorsi il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, ha annunciato che non appena saranno date precise disposizioni dal Governo nazionale, la macchina delle vaccinazioni in Sicilia partirà con le somministrazioni delle terze dosi a chi ne ha diritto.

(153)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.