parcheggio torri morandi

Una seconda uscita per il parcheggio Torri Morandi: la proposta della VI Circoscrizione

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Modifiche al progetto della pista ciclabile da Sant’Agata a Torre Faro, una seconda uscita per il parcheggio Torri Morandi, la Metropolitana del mare. Questi alcuni dei punti e delle proposte del vicepresidente della VI circoscrizione, Giovanni Russo, presente oggi in Commissione Viabilità per discutere delle misure e problematiche riguardanti la stagione estiva e le attività balneari.

Nuova seduta di Commissione Viabilità questa mattina a Palazzo Zanca. Presenti il presidente della III Municipalità, Alessandro Cacciotto, e il vicepresidente della VI, Giovanni Russo. Mentre il primo si è concentrato in particolare sul problema dei parcheggi tra viale San Martino e provinciale, il secondo ha riepilogato alcune delle proposte riguardanti la viabilità di via Consolare Pompea, di Ganzirri e Torre Faro.

«La viabilità della stagione balneare, chiaramente ci coinvolge direttamente – ha esordito Giovanni Russo, intervenuto in vece del presidente Francesco Pagano. Una buona parte delle attività balneari, come i lidi, trovano sede nel nostro territorio. Partendo da Torre Faro, nel corso degli anni la problematica è sempre stata affrontata troppo a ridosso dell’avvio della stagione estiva e dell’isola pedonale stessa. Tra le nostre proposte, c’è quella di creare una seconda uscita per il parcheggio Torre Morandi sulla circonvallazione Tirrena, in modo da snellire la viabilità».

Altro tema di confronto è stato quello del prolungamento della pista ciclabile di via Consolare Pompea verso Nord, fino a Capo Peloro: «Noi siamo d’accordo con il progetto – ha sottolineato Russo. Proponiamo, però, di far proseguire la pista ciclabile non lungo la via Consolare Pompea, come stabilito, ma a valle delle abitazioni lati mare, in un tratto in cui ci sono sempre 100 metri di distanza dall’arenile. Una pista lì dove è stata pensata, sulla via Consolare Pompea, restringerebbe la carreggiata ancora di più, creando difficoltà anche ai mezzi di soccorso».

Per quel che riguarda, invece, la Metropolitana del mare – progetto inserito nel programma della Giunta Basile di cui si parla già da un po’ –, il vicepresidente della VI Circoscrizione, si dice favorevole. La proposta, chiarisce, era stata avanzata dalla stessa Circoscrizione, un corrispettivo via mare della Metroferrovia attiva invece nella zona Sud.

(148)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.