Sicilia, vaccini anti-covid in farmacia: quali saranno le regole da seguire

Pubblicato il alle

2' min di lettura

È stato siglato l’accordo quadro tra Federfarma, Assofarm, Governo, Regioni e Province Autonome per somministrare all’interno delle farmacie i vaccini anti-Covid. In tal senso, le farmacie italiane e – chiaramente – anche quelle della Sicilia, si preparano a diventare nuovi “hub” per velocizzare la campagna vaccinale.

All’interno dell’accordo – previsto nel Decreto Leggi Sostegni e approvato lo scorso 19 marzo – si definiscono le regole del percorso formativo che abilita il farmacista alla vaccinazione, le misure per garantire il distanziamento sociale e le modalità operative della seduta vaccinale, dalla fase di prenotazione all’eventuale reazione post vaccino anti-covid. In Sicilia, saranno le farmacie di Palermo – già da maggio – ad avviare la somministrazione dei vaccini anti-covid.

La campagna vaccinale arriva anche in farmacia

Giovedì 1 aprile, verrà illustrato l’accordo quadro, a carattere nazionale, ai delegati dell’Assemblea Federfarma. «Si tratta – ha detto il presidente di Federfarma Marco Cossolo – di un importante riconoscimento all’impegno costante delle farmacie che fin dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono rimaste sempre a disposizione dei cittadini, ampliando anche gli orari di apertura e potenziando la propria attività con nuovi servizi.

Le farmacie aderiranno numerose anche a questa iniziativa – continua Cossolo – animate da quello spirito di servizio che da sempre le connota e che durante la pandemia è emerso con forza. Daranno così un contributo significativo al raggiungimento dell’obiettivo di ottenere al più presto una copertura vaccinale adeguata».

Le regole da seguire

Secondo l’accordo, che consentirà alla popolazione di vaccinarsi per contrastare il Covid-19, i farmacisti dovranno seguire un corso online di 8 ore erogato dall’Istituto Superiore di Sanità per l’abilitazione alla vaccinazione. Le prime 5 somministrazioni del vaccino saranno assistite da un medico o un infermiere che al termine attesterà l’abilitazione. I farmacisti potranno vaccinare i pazienti indicati, per classi d’età, nel nuovo piano vaccinale redatto dal generale Francesco Paolo Figliuolo. Saranno le farmacie ad attivare le prenotazioni. Escluse le persone estremamente vulnerabili e chi ha avuto in passato reazioni allergiche gravi.

Inoltre le farmacie dovranno seguire alcune regole per garantire la sicurezza ai cittadini, tra le altre:

  • operare all’interno delle farmacie, nelle adiacenze o in gazebo allestiti all’esterno;
  • stabilire percorsi e modalità di accesso;
  • utilizzare dispositivi di sicurezza;
  • utilizzare i canali informatici forniti dalla Regione Siciliana per comunicare i dati all’anagrafe vaccinale.

(541)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.