Sequestri a piazza Duomo. Pugno duro di De Luca contro gli ambulanti

Tre nuovi sequestri a piazza Duomo nei confronti degli ambulanti abusivi che quotidianamente popolano la zona: gli uomini della Polizia Municipale hanno portato via bancarelle piene di souvenir, cappellini, braccialetti e prodotti vari destinati principalmente ai turisti di passaggio scesi dalle navi da crociera attraccate al Porto di Messina.

Il tutto a pochi giorni dal «post provocatorio» in cui il sindaco di Messina Cateno De Luca sembrava chiedere se fossero necessarie le «bastonate» per allontanarli. Poi la rimozione del post e la lieve correzione di tiro, le «bastonate» erano diventate «metaforiche» e indirizzate a quei colleghi della Polizia Municipale che lavorano poco.

«Odierno Sequestro in piazza Duomo – ha commentato il sindaco sui social. Ecco all’opera il mitico Commissario Giovanni Giardina, che sul campo si sta meritando l’incarico di vice comandante dell’intero Corpo della Polizia Municipale. Lui lavora ed ama raggiungere risultati provocando la reazione di tanti colleghi fancazzisti che lo detestano perché si rubano lo stipendio».

Insomma, una situazione, quella di piazza Duomo che si presenta di difficile risoluzione. A quanto pare, l’istituzione di un presidio permanente da parte della Municipale annunciato lo scorso maggio dal sindaco De Luca non sembrerebbe essere andata in porto: «Avevo già disposto il costante monitoraggio di piazza Duomo con la Polizia Municipale – ha commentato in proposito il Primo Cittadino solo pochi giorni fa – ma evidentemente ancora qualcuno non ha compreso la mia disposizione».

(440)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *