sciopero amazon

Sciopero Amazon in Italia, l’appello dei lavoratori: «Oggi non comprate»

Pubblicato il alle

1' min di lettura

Amazon si ferma per 24 ore: è stato indetto per oggi, lunedì 22 marzo, infatti, il primo sciopero dei lavoratori dell’Azienda in tutta Italia, da Nord a Sud. A stringere le braccia sono i dipendenti di tutta la filiera: dagli addetti degli hub a quelli delle consegne, ai driver. In totale, circa 30-40mila lavoratori sparsi in tutto il Paese, che lanciano un appello ai clienti: «Per oggi, non comprate su Amazon».

Lo sciopero dei lavoratori di Amazon è stato indetto da Filt Cgil, Fit Cisl, e Uiltrasporti e riguarda tutto il personale dipendente di Amazon Logistica Italia cui è applicato il CCNL Logistica, Trasporto Merci e Spedizione, Amazon Transport Italia e di tutte le società di fornitura di servizi di logistica, movimentazione e distribuzione delle merci che operano per Amazon Logistica ed Amazon Transport.

Quali sono le richieste dei dipendenti di Amazon? Le riassume un’immagine condivisa anche dal segretario regionale per la Sicilia di Uiltrasporti Messina Michele Barresi: carichi di lavoro sostenibili e turni contrattati; riconoscimento dei buoni pasto; l’aumento dell’indennità di trasferta; la regolamentazione danni e franchigie; la conferma dell’articolo 42 (clausola sociale in caso di cambio appalto/fornitore) e sua estensione.

(110)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.