svincolo di san filippo

Rifiuti, sporcizia, vegetazione incolta: lo svincolo di San Filippo nel degrado

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Sacchetti di rifiuti, sporcizia e vegetazione incolta che ormai ha invaso la sede stradale causando disagi ad automobilisti e motociclisti: sono queste le condizioni dello svincolo di San Filippo, denunciate dal consigliere comunale del Movimento 5 Stelle, Andrea Argento, e dal collega alla II Municipalità, Paolo Scivolone, che si rivolgono nuovamente al sindaco di Messina, Cateno De Luca, e all’assessore Dafne Musolino perché prendano provvedimenti immediati. «Davvero un pessimo biglietto da visita»: aggiungono.

Dopo aver segnalato le condizioni di degrado in cui versa l’area di Piano Zona di Santa Lucia sopra Contesse, i consiglieri pentastellati Andrea Argento e Paolo Scivolone puntano l’attenzione sullo svincolo di San Filippo, zona nevralgica che, tra le altre cose, collega al polo sportivo e all’hub vaccinale del Palarescifina, e che, purtroppo non sembra trovarsi in condizioni migliori.

svincolo di san filippo«Oltre alle precarie condizioni sanitarie e ambientali – sottolineano Argento e Scivolone –, aggravate dalla presenza di numerosi sacchetti pieni di rifiuti sparsi ai bordi delle carreggiate, a preoccupare sono soprattutto le condizioni di sicurezza dello svincolo e delle rampe, in un tratto nevralgico per la mobilità cittadina che collega al polo sportivo e all’hub vaccinale del Palarescifina. Una situazione resa ancora più critica dai problemi all’illuminazione pubblica e dalle condizioni del manto stradale. Tutto questo nel cuore dell’estate, con migliaia di messinesi e turisti che giornalmente percorrono le strade cittadine. Davvero un pessimo biglietto da visita».

«Apprendiamo – concludono – dalla stampa di un recente incontro fra Comune e Cas finalizzato alla “cessione” dello svincolo al Consorzio, che già si occupa della manutenzione delle altre uscite autostradali. In attesa che ciò si concretizzi, con l’eventuale nulla osta del Ministero, è fondamentale intervenire con estrema urgenza. Di chi siano le competenze e le colpe ai cittadini interessa relativamente: la priorità è la salvaguardia dell’incolumità pubblica».

(42)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.