Quattro Frecce: se non cambiate, anche i vostri figli parcheggeranno male

Pubblicato il alle

1' min di lettura

Forse non è colpa di nessuno. Forse siamo solo capitati nel posto sbagliato. Messina non è una città che potrà mai avere strade decenti e automobilisti civili. Siamo e saremo così, per sempre. Questo però non impedisce a Quattro Frecce di continuare a raccontare questi insulsi parcheggi brutti.

Per questa nuova puntata di Quattro Frecce, ci troviamo in via XXIV Maggio, una delle strade preferite dai messinesi per evitare i semafori. Zona altamente frequentata da ragazzi e genitori per via delle numerose scuole che abitano la strada. «Siamo già entrati in contatto – suggeriscono gli esperti – con il Missinisi Scolasticus, che fa incetta di parcheggi brutti in giro per Messina».

Riusciamo a rovinare tutto

Ecco quindi che il discendente dello scaltro decide di sostare proprio sui marciapiedi appena rifatti di via XXIV Maggio. Di recente, infatti, lungo la strada in questione è stato posizionato un attraversamento pedonale rialzato, misura utilizzata per moderare il traffico veicolare motorizzato e favorire l’attraversamento pedonale. Nonostante questi palesi richiami alla civiltà, il messinese continua a regalarci dei parcheggi di estrema intelligenza e sublime eleganza.

Quattro Frecce insiste

Ancora una volta, vogliamo insistere sulla mobilità alternativa. Elemento essenziale per ridisegnare gli spazi della città. Dobbiamo dare ai più piccoli la possibilità di vivere in una città più attenta, vivile e meno cafona.

 

(112)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.