Quattro Frecce: quante cose succedono fuori dalla vostra macchina

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Per onesta intellettuale, vi diciamo subito che la foto che apre questa nuova puntata di Quattro Frecce non è recente ma risale a qualche mese fa. Custodivamo questo scatto – inviato da un nostro affezionato – in attesa del momento giusto. Adesso, finalmente è arrivato. Sullo sfondo la Chiesa di San Luca che spunta su una delle zone più trafficate di Messina.

Largo la Corte Cailler, infatti, è popolato da moltissima gente che va al Mercato Muricello, si sposta a Piazza Casa Pia, va a fare qualche acquisto in via Palermo e si ferma per un caffè. Tutto questo muoversi, molto spesso, succede in macchina.

Imbottigliati, per sempre

La viabilità messinese non è fluida, scorrevole e funzionale. C’è sempre qualcuno che rimane imbottigliato nel traffico a causa di una macchina parcheggiata dove non dovrebbe, che intralcia gli automobilisti.

«Oggi – confermano i nostri esperti – siamo davanti all’esemplare che si avvicina di più per conformazione, approccio e stile al Missinisi Scaltrorum. Il Missinisi Bottigliatum rappresenta una svolta per i nostri studi. Da questo discendente possiamo, infatti, ricavare qualche notizia in più sulle origini dello scaltro.

Il Bottigliatum è quel messinese che crea l’imbottigliamento, il messinese che intasa le strade, le piazze, le rotonde e tutto quello che trova sotto il suo naso».

Il tempo è prezioso, Quattro Frecce per le passeggiate

Perché non riusciamo più a goderci i quartieri? Che fine hanno fatto le passeggiate per andare al panificio, quando mangiavamo il pane dalla busta prima di tornare a casa? Ogni cosa, almeno così crediamo qui su Quattro Frecce, è collegata. Parcheggiare male ci toglie del tempo, che nessuno può restituirci. Avete mai pensato a quante cose avreste potuto scoprire fuori dalla vostra macchina?

 

(120)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.