Protestano studenti e sindacati. In Sicilia, contro i tagli alla scuola e le stragi nel Mediterraneo

protesta studenti sotto comuneQuesta mattina gli studenti sono scesi nuovamente in piazza per protestare contro i tagli alla scuola, che stanno incidendo negativamente sull’intera istituzione scolastica e universitaria. Protestano perché esigono che venga rispettato il loro diritto allo studio. A Messina il corteo è partito alle 9.00 da Piazza Antonello.

Ma stamane, accanto agli studenti, nei capoluoghi siciliani, si sono schierati anche i sindacati, Cgil, Cisl e Uil, che hanno proclamato la mobilitazione sul tema “Fermiamo le stragi nel Mediterraneo”. I sindacati uniti chiedono a gran voce che si proceda a stabilire un efficace piano di accoglienza con il supporto dell’Unione Europea, la riforma della legislazione sull’immigrazione e la possibilità di far sì che in Italia venga approvata una legge unitaria in materia di asilo. In diverse città siciliane gli studenti hanno rispettato il minuto di silenzio per la strage di Lampedusa.

(53)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *