Pista ciclabile

Prolungamento della pista ciclabile di Messina, la Commissione: «Si modifichi il progetto»

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Modificare il progetto dell’Amministrazione De Luca per il prolungamento della pista ciclabile nella zona Nord di Messina: è questo l’indirizzo della I Commissione Viabilità secondo quanto esplicitato dal presidente, il consigliere comunale Libero Gioveni. L’idea della Commissione, espressa nelle precedenti sedute, è quella di disegnare il nuovo percorso lungo il litorale costiero e non, come attualmente previsto, sulla sede sede stradale.

Come richiesto lo scorso 28 giugno, oggi la Commissione Viabilità si è riunita a Palazzo Zanca per valutare un’alternativa al progetto per il prolungamento della pista ciclabile verso la zona Nord della città, anche sulla scorta delle segnalazioni di alcuni commercianti: «La Seduta – ha spiegato Gioveni – l’avevo riconvocata con l’obiettivo di avere una interlocuzione con la parte politica rappresentata dall’assessore al ramo Salvatore Mondello, oggi assente giustificato, per manifestare la contrarietà della Commissione a questo tipo di progetto che, anche a detta degli ospiti intervenuti, penalizzerebbe ben 85 attività commerciali».

«Il progetto infatti – ha proseguito il Presidente –, finanziato con i fondi dell’Agenda Urbana per un importo di 900mila euro, prevede l’occupazione del marciapiede antistante le abitazioni e le attività commerciali di contrada Principe con una ulteriore occupazione della sede stradale per una larghezza di 1,50 metri. La Commissione si era già espressa nell’ultima seduta convocata sul tema chiedendo all’Amministrazione di prevedere un percorso alternativo su terreno demaniale».

«Vista l’assenza odierna dell’Amministrazione – ha concluso Gioveni – e l’impossibilità di avere delle risposte dirette mi farò carico di redigere un atto di indirizzo che vada nella direzione già espressa, atto che approveremo nella seduta ordinaria di lunedì 2 agosto, con l’ulteriore obiettivo della Commissione di incontrare prossimamente anche sui luoghi i residenti e i commercianti della zona».

(157)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.