Premio Adolfo Celi: all’arena Cicciò il gran finale della quinta edizione

Pubblicato il alle

4' min di lettura

Sabato 29 giugno si è conclusa la V Edizione del Premio Adolfo Celi organizzata dal CIRS all’arena Cicciò. L’evento ha riscosso grandi applausi per i numerosi artisti premiati. Tra questi, il cast de “Il Paradiso delle Signore” e gli attori emergenti Aresti e Gullà. Anche le eccellenze messinesi sono state protagoniste con Lelio Bonaccorso, Ninni Panzera e il celebre stilista Fausto Puglisi, che ha dichiarato di voler investire nella città con una mostra permanente. Gloria Radulescu è stata nominata madrina della Casa Famiglia. I talenti dell’Accademia Il Sistina hanno arricchito lo spettacolo di tre ore, offrendo molti spunti di riflessione.

Premio Adolfo Celi: i premiati

Un evento fatto di musica, colori e cinema che ha invitato alla riflessione, ha segnato la chiusura della V edizione del Premio Celi, promosso e organizzato dal CIRS con il patrocinio del Comune di Messina e altre istituzioni. Il ricavato della manifestazione sarà interamente devoluto ai progetti di formazione e inserimento lavorativo per le donne ospiti del CIRS.

La serata di gala presso l’arena Cicciò, condotta da Marika Micalizzi e Fabio Mazzeo e ideata dal direttore artistico Christian Bisceglia, ha entusiasmato il pubblico con numerose sorprese ed emozioni. Tra gli applausi, i due trailer che hanno ripercorso la storia dell’evento sono stati proiettati. La presidente del CIRS, Maria Celeste Celi, ha ribadito l’impegno contro ogni forma di violenza e prevaricazione: «il volto più bello di Messina, tutti uniti per aiutare chi soffre e fare rete, ognuno con le proprie competenze e possibilità. Il Cirs è questo e non posso che rinnovare l’invito a sostenerci anche attraverso la nostra raccolta fondi per garantire una futuro nella società alle ragazze che ospitiamo».

Il Premio, dedicato alla “messinesità” e ad Adolfo Celi, è stato ricordato dai figli Alexandra e Leonardo. L’attore e regista messinese Giampiero Cicciò ha letto una poesia di Vittorio Gassmann dedicata a Celi.

Il primo riconoscimento è andato a Ninni Panzera, seguito da quello per Lelio Bonaccorso, fumettista e illustratore di fama mondiale. Amedeo Gullà ha ricevuto il terzo premio per la sua interpretazione nella serie TV “Mameli”. L’Accademia Il Sistina ha deliziato il pubblico con una performance musicale.

La madrina della Casa Famiglia del Cirs

Il famoso stilista Fausto Puglisi ha espresso il desiderio di investire in Messina con una mostra permanente delle sue opere. Anche Stefano Reali ha annunciato l’intenzione di girare un film sulla storia della città. Durante la serata, i vigili del fuoco di Messina hanno reso omaggio al CIRS con una suggestiva scenografia.

Margherita Aresti, famosa per il ruolo di Nina nella serie “Un professore”, ha ricevuto il Premio alla memoria di Adolfo Celi. La premiazione ha incluso Antonella Ferrara per il successo del TaoBuk e Jacopo Gassman, figlio del celebre Vittorio Gassman. Daniele Vicari ha ricevuto un premio per il suo talento di regista e documentarista.

I premi alla solidarietà sono andati alla Prefetta di Messina, Cosima Di Stani, alla giornalista Rai Antonella Gurrieri e allo chef Paolo Romeo. Fabio Schifilliti è stato premiato per il suo film sulla tragica storia di Omayma Benghaloum.

La serata si è conclusa con il cast de “Il Paradiso delle Signore” e la nomina di Gloria Radulescu come madrina della Casa Famiglia del CIRS, suggellata dalla consegna simbolica di una chiave da parte della direttrice Patrizia Raciti.

 

(65)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.