Ponte sullo Stretto di Messina. Siracusano contro Conte: «Elude il tema, serve coraggio»

collage di matilde siracusano e giuseppe conteNon tarda la polemica sulle affermazioni del presidente del Consiglio Giuseppe Conte in merito al Ponte sullo Stretto di Messina. A puntare il dito contro il Premier è Matilde Siracusano, deputata messinese di Forza Italia, che lo accusa di usare “formule democristiane”: «Non chiude ma elude il tema, serve coraggio».

Durante la conferenza stampa di ieri, il Presidente del Consiglio dei Ministri ha risposto alla domanda di una giornalista in merito alla possibilità di inserire tra le opere in cantiere anche il Ponte sullo Stretto di Messina. Il premier ha replicato: «Non voglio declamare opere immaginifiche». E, dopo aver elencato gli interventi infrastrutturali da prendere in considerazione nelle prossime settimane, ha aggiunto: «Valuterò senza pregiudizi anche il Ponte sullo Stretto di Messina».

Immediata la replica di Matilde Siracusano: «Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, incalzato da una giornalista durante la sua conferenza stampa a Palazzo Chigi, non chiude alla realizzazione del Ponte sullo Stretto di Messina, ma, di fatto, elude la domanda postagli dalla cronista e usa una formula democristiana per dare una risposta neutra: “senza pregiudizi valuterò tutto”, aggiungendo, “ma ci sono tante infrastrutture da valutare, a cominciare dai binari unici”».

«Per non scontentare nessuno il Premier scontenta tutti – continua, critica, Matilde Siracusano.  Apre uno spiraglio a chi è favorevole alla costruzione del Ponte; non fa imbufalire i suoi principali sponsor del Movimento 5 Stelle. Per far ripartire il Paese, per attrarre gli investimenti, per garantire a tutte le Regioni d’Italia una rete infrastrutturale all’altezza, serve avere coraggio. Non si può buttare la palla in tribuna. A Giuseppe Conte chiediamo un passo in avanti, basta giocare in difesa».

(453)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *