Pesca turistica, carte e lezioni: più libertà per lo sport in Sicilia al tempo del covid

Sì a pesca turistica e noleggio di barche, ma anche più libertà per chi pratica sport: è questo quanto contenuto nell’ultima circolare della Regione Siciliana che chiarisce alcune disposizioni in materia di contenimento del covid e allenta le restrizioni per chi pratica attività sportiva in Sicilia.

Una nuova circolare è stata pubblicata nei giorni scorsi dall’assessorato alla Salute della Regione per fare chiarezza su cosa si può fare e cosa no in ambito sportivo in Sicilia, ampliando e mettendo in chiaro alcune disposizioni contenute nell’ordinanza del presidente Nello Musumeci del 2 giugno.

Sport individuali, lezioni e carte: cosa dice la circolare per la Sicilia

Innanzitutto, come anticipato, sono nuovamente consentite le attività di pesca turistica e il noleggio di imbarcazioni di vario genere, ma le novità riguardano diverse discipline e diversi frangenti. Sono consentiti gli sport individuali, ma sempre nel rispetto della distanza di sicurezza, così come le competizioni sportive individuali e le lezioni, ad esempio, di tennis, vela, surf, e così via. Nei circoli sportivi, i soci, i loro familiari e conviventi potranno nuovamente accedere ai “punti mare” delle strutture.

È di nuovo consentito il gioco delle carte (per esempio il bridge o il burraco), ma solo per quel che riguarda l’allenamento, non ripartono almeno per il momento i tornei e le competizioni. Anche in questo caso, è fondamentale il rispetto della distanza di sicurezza, in questo caso di 1 metro, tra i giocatori.

Riaprono bar e punti ristoro interni alle strutture sportive anche per i non soci, così come tornano accessibili le aree comuni, come docce e spogliatoi, che però devono essere preventivamente e costantemente sanificati.

Come previsto dalle circolari precedenti, le attività sportive e ricreative continueranno ad essere disciplinate da un Regolamento interno che prevede adeguate misure di sanificazione, l’utilizzo di termo scanner e saturimetro, le necessarie forme di contingentamento dell’ingresso dell’utenza, privilegiando l’accesso alle varie aree (piscine, palestre, punti mare, e così via) tramite prenotazione.

(219)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *