Per preservare il siciliano arriva “Woolaroo”, la nuova app di Google

Pubblicato il alle

1' min di lettura

Si chiama Woolaroo ed è la nuova app sviluppata da Google per preservare e imparare le lingue in via d’estinzione, come il siciliano.

Il progetto – partito a maggio di quest’anno – permette la traduzione di parole in dieci lingue, tra queste oltre il Siciliano anche il Greco calabrese. La piattaforma è disponibile per tutti i dispositivi.

Woolaroo – l’app di Google per preservare il siciliano

Sono dieci le lingue inserite in Woolaroo, piattaforma lanciata da Google Arts&Culture. Utilizzarla è molto semplice:

  • inquadri l’oggetto
  • selezioni la lungia tra: inglese, francese, arabo o italiano
  • selezioni la lingua in via d’estinzione

Le lingue in via d’estinzione sono:

  • Yugambeh
  • Yiddish
  • Tamazight
  • Rapa Nui
  • Nawat
  • Māori
  • Greco calabrese
  • Siciliano
  • Creolo della Louisiana
  • Yang Zhuang

Il Siciliano è una lingua da preservare

Già l’anno scorso, di questi tempi, la Cademia Siciliana aveva rivistato la famosa app di messaggistica istantanea Telegram in dialetto siciliano.

 

(189)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.