“Pedala per la terra”, il progetto di Elena Giardina contro l’abbandono dei rifiuti

Pubblicato il alle

3' min di lettura

Da aprile 2020 – periodo in cui abbiamo iniziato a convivere con il coronavirus e a indossare la mascherina – Elena Giardina, fondatrice di Bike Therapy ha portato avanti “Guantiamoceli”, campagna di sensibilizzazione contro l’abbandono di mascherine e guanti.

Adesso, per proseguire le iniziative contro l’abbandono dei rifiuti, Elena ha pubblicato “Pedala x la terra”, corto-docu girato dalla stessa Elena durante questi mesi di pandemia tra Messina e Torino. «La domanda è – esordisce Elena – perché si continuano a gettare questi rifiuti (dispositivi di sicurezza per contenere la diffusione del Covid-19) in mezzo alla strada?».

E pedalando, Elena di rifiuti gettati come se nulla fosse ne ha incontrati diversi. «Questo gravissimo gesto sta continuando a inquinare il nostro ambiente. E girando per l’Italia, ho visto questi rifiuti gettati tra i sentieri, nei boschi e nelle spiagge, dopo il loro utilizzo».

Pedala per la Terra

Venti minuti in cui Elena Giardina racconta e documenta lo stato delle strade che attraversa con la sua bici in Sicilia e in Piemonte. «Sto continuando a pedalare per la Terra – dice Elena – tutte le volte che faccio i miei giri in bici, mi trovo sempre a raccogliere i rifiuti. Uso le mie borse da ciclo-turismo per raccogliere i rifiuti».

Il fenomeno del littering sta diventando sempre più imponente e con l’arrivo della pandemia sta crescendo il volume della spazzatura gettata in strada. «Recenti studi – continua Elena – hanno stimato che le mascherine possono impiegare sino a 450 anni prima di decomporsi e con la crisi, questi rifiuti si sono aggiunti alle 8 milioni di tonnellate di plastica che finiscono in mare ogni anno».

I disastri ambientali sono segnali che ci esortano a riconoscere la dimensione globale delle nostre azioni e sulla base di questo riconoscimento, adottare una certa moderazione ed anche cambiare le abitudini.  Ogni anno la produzione globale di plastica è di oltre 300 milioni di tonnellate e più della metà verrà usata solo una volta e poi gettata via. Oggi solo parte della plastica che
produciamo viene riciclata, il resto finisce nel nostro ambiente e ricopre la nostra terra, i nostri oceani, come una malattia».

Puoi pedalare anche tu

Elena Giardina, messinese sempre attenta alla tutela ambientale e alla mobilità sostenibile, ha lanciato una campagna di raccolta fondi per portare avanti il progetto “Pedala per la Terra”. «Vorrei realizzare dei laboratori nelle comunità di recupero per ragazzi – conclude Elena – con il fine di far amare la bicicletta e aiutarli a superare i loro ostacoli.

Vorrei insegnare ai bambini il significato della mobilità sostenibile. Vorrei accompagnare le persone in bicicletta per farle innamorare dei loro territori e dell’ambiente in cui vivono. Realizzare laboratori sul riciclo creativo e delle esperienze che possano veicolare la sicurezza stradale. Vorrei diffondere il valore dell’economia circolare attraverso il riciclo creativo di copertoni e camere d’aria di biciclette che sarebbero destinate alla pattumiera».

A questo link il corto-docu completo.

 

(89)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.