parcheggi litoranea messina

Parcheggi sulla Litoranea di Messina, Caminiti: «Via ai lavori in un mese»

Pubblicato il alle

3' min di lettura

Con le prime belle giornate e l’approssimarsi dell’estate 2023 si torna a parlare dei parcheggi della via Consolare Pompea (o Litoranea) chiusi nel 2022 per ragioni di sicurezza. A porre la questione, in Consiglio Comunale, il consigliere di Fratelli d’Italia, Dario Carbone, che chiede novità sui lavori e sui tempi per la riapertura delle aree di sosta che costeggiano la riviera nord di Messina.

Chiusi a causa dei crolli verificatisi per l’erosione costiera che nel tempo ha interessato il litorale della città dello Stretto, i parcheggi situati lungo la via Consolare Pompea, lato pista ciclabile, saranno presto oggetto di lavori che ne consentiranno la riapertura. Lo ha confermato l’assessore Francesco Caminiti, che ha risposto alle domande del consigliere Dario Carbone durante la seduta di ieri, 13 aprile, di Question Time in Consiglio Comunale.

A presentare la questione, appunto, il consigliere Dario Carbone: «Rappresento l’importante stato di disagio tanto dei residenti quanto dei commercianti della zona – ha affermato –, poiché questi parcheggi sono chiusi ormai dalla fine dell’estate 2022. Adesso che cominciano le belle giornate e l’estate si sta avvicinando, chiederei all’assessore di spiegare all’Aula quali sono le tempistiche e quale sarà la procedura da adottare per la riapertura dei parcheggi».

A replicare, l’assessore Francesco Caminiti, che ha fatto una panoramica dei progetti in cantiere: «La problematica dei parcheggi – ha spiegato – ha origine nel 2019, quando si sono verificati i primi crolli. I parcheggi sono stati realizzati dalla Città Metropolitana insieme alla pista ciclabile e di fatto sono di proprietà del demanio. A seguito delle mareggiate e dell’erosione costiera, la Città Metropolitana di Messina ha messo in atto un progetto di circa 7 milioni di euro che sta portando avanti. Il Comune di Messina ha portato avanti un progetto per il tratto di costa che va da Capo Peloro all’Annunziata. In questo progetto è  previsto il ripristino delle barriere prospicienti i parcheggi».

«Questi interventi saranno fatti a breve – ha specificato. Oggi (ieri, ndr) scadevano i termini per la presentazione delle buste per partecipare alla gara; buste che saranno aperte nella prossima settimana, per poi procedere con la consegna. In un mese quindi dovremmo riuscire a partire con i lavori di messa in sicurezza. Fatto questo, saranno ripristinati i parcheggi così per com’erano. Questo è un intervento di urgenza, poi il progetto della Città Metropolitana prevede delle barriere paramassi messe sotto i parcheggi, sulla spiaggia. Avrà dei tempi più lunghi, ma ci consentirà di stare più tranquilli. I lavori che stiamo appaltando tramite la struttura Commissariale hanno un importo di 3 milioni e mezzo, riguarderanno tutta la costa e dovrebbero durare un anno. Per prima cosa metteremo in sicurezza le infrastrutture, quindi sia la viabilità principale che i parcheggi».

Quindi, intanto si procederà con dei primi lavori “urgenti” finalizzati alla messa in sicurezza e riapertura dei parcheggi della via Consolare Pompea (Litoranea). È già in cantiere, però, un progetto più di lungo periodo, che mira ad evitare il ripetersi di crolli come quelli che si sono verificati negli scorsi anni.

(198)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.