Foto di parcheggi creativi a Piazza del Popolo

Parcheggi gratis a Messina, UilTrasporti: «Si affossa il polmone economico di ATM»

Pubblicato il alle

3' min di lettura

Con delibera della giunta comunale, fino al 31 marzo 2021, i parcheggi negli stalli blu di Messina saranno gratis. A comunicare la sospensione del pagamento una nota ufficiale dell’Atm Messina, che gestisce il servizio di mobilità. Per il segretario regionale della UilTrasporti Michele Barresi però si tratta di un provvedimento che non fa altro che creare danni economici all’Azienda Trasporti.

«L’ennesima esenzione dal pagamento degli stalli blu in centro – scrive Barresi – non è condivisibile. Continui provvedimenti di esenzione a singhiozzo sono scelte illogiche che non portano risultati se non quelli di affossare il maggiore polmone economico di Atm Spa e con essa mettere a rischio di cassa integrazione i lavoratori, anch’essi cittadini messinesi. Sono proposte che non si comprendono, per sostenere il commercio potrebbero essere adottate convenzioni, abbonamenti agevolati per la sosta o legati agli acquisti, ma l’esenzione totale e l’assenza del controllo da parte degli ausiliari rischia di creare il caos nella mobilità del centro a danno dello stesso commercio».

UilTrasporti dice “no” ai parcheggi gratis di Messina

Per Barresi quindi la nuova delibera comunale che prevede i parcheggi gratis nella Ztl di Messina non sarebbe un giusto provvedimento soprattutto per i lavoratori dell’Atm Spa. L’Azienda infatti avrebbe già considerato di ricorrere agli ammortizzatori sociali per i dipendenti.

«Sebbene risulti che il Comune girerà ad ATM circa 120mila euro/mese per compensare i mancati introiti ad Atm Spa per la sospensione del pagamento Ztl a seguito di Deliberazione di Giunta comunale n. 63/2021 – scrive Barresi – l’ATM avanza l’ipotesi di ricorrere ad ammortizzatori sociali per i lavoratori. Era prevedibile. Mi chiedo se sia possibile e legittimo, e mi chiedo se dobbiamo continuare a mettere pezze peggiori dei buchi, visto che un provvedimento (sbagliato) di sospensione del pagamento della sosta che dovrebbe agevolare cittadini alla fine penalizza i lavoratori».

Servizio potenziato?

Era già successo – nei mesi di novembre e dicembre 2020 – che venisse sospeso il pagamento del parcheggio. «Oggi – conclude Michele Barresi della UilTrasporti – in zona arancione, e quindi con la ripresa dei flussi non si comprende la logica, se non quella di incentivare l’uso del mezzo privato nel centro cittadino, cosa sperimentata a Natale con le vie del centro perennemente intasate con doppie e triple file. Se poi come sento dire, serve a disincentivare l’uso del mezzo pubblico in questo momento di rischio pandemia la domanda diventa un’altra: ma non era stato potenziato il servizio?». Intanto per oggi è prevista una convocazione urgente tra i dipendenti di Atm e sigle sindacali.

(638)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Se si pensa con questo provvedimento di favorire i commercianti del centro, si ottiene invece l’effetto contrario; infatti non si trova più dove posteggiare e il traffico diventa caotico e il posteggio selvaggio (seconda fila e angoli). Personalmente, non potendo raggiungere il centro a piedi o con i mezzi pubblici sarò costretto a rivolgermi ove possibile a negozi nella mia zona (e questo è bene), ma in assenza (librerie, negozi specializzati, …) sarò costretto a fare gli acquisti via internet.

error: Contenuto protetto.