messinattiva raccolta rifiuti sulla litoranea

Ombrelloni, un lavandino, un estintore: cos’ha trovato MessinAttiva sulla spiaggia della Litoranea

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Olio di gomito e amore per la città: i volontari di MessinAttiva si sono incontrati ieri, domenica 15 gennaio, per una raccolta dei rifiuti sulla spiaggia della Litoranea di Messina. Tanto il materiale raccolto per 26 sacchi XXL riempiti nel giro di due ore. Tra i rifiuti abbandonati anche ombrelloni rotti, un lavandino e un estintore.

Lo avevamo annunciato sabato scorso: dopo la pulizia al Pilone a fine 2022, i volontari di MessinAttiva si sono riuniti, di nuovo, questa volta nel tratto di spiaggia sottostante la fontana di Paradiso, per ripulirla dai tanti rifiuti provenienti in parte dal mare e in parte dalla pista ciclabile. «Ci sono tanti rifiuti – spiegavano i volontari nei giorni scorsi – provenienti dal mare e (tantissimi) dai fruitori della pista ciclabile stessa. E quindi la domanda sorge spontanea: ma perché? Perché mentre si sta facendo una passeggiata o una corsa, c’è ancora qualcuno che butta a terra la sua bottiglietta d’acqua? Perché, nell’era della COP 27 mentre al tavolo delle Nazioni Unite si discute un’azione coordinata per il clima, qualche “distratto” non pensa che il cambiamento parte proprio da lui?».

Ieri, alle ore, 10.00 è iniziata la raccolta, che ha portato ai risultati già accennati. Soddisfatti i volontari di MessinAttiva: «Grazie a tutti i volontari – scrivono sui social – e alle tantissime persone che si sono fermate a scambiare una parola e a chiedere informazioni per potersi unire alle nostre prossime attività».

(77)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.