Nuova offerta formativa UniMe 2024/2025: inclusività, modernità e internazionalizzazione

Pubblicato il alle

4' min di lettura

Presentata questa mattina all’Università degli Studi di Messina la nuova offerta formativa UniMe per l’anno accademico 2024/2025, i servizi e le ulteriori agevolazioni adottate per garantire a tutti il diritto allo studio. Alla conferenza erano presenti la Rettrice, prof.ssa Giovanna Spatari, il Prorettore al Diritto allo studio, prof. Antonino Germanà e la Prorettrice alla Didattica, prof.ssa Candida Milone.

La Rettrice Spatari: tutti i giovani devono poter studiare

La Rettrice dell’Università di Messina Giovanna Spatari ha ricordato che il diritto allo studio è fondamentale per tutti: «siamo consapevoli della qualità dell’offerta formativa. L’opportunità di studio deve essere fornita a quanti più giovani possibile. Abbiamo operato la scelta, su proposta del prof. Germanà, di incrementare la gratuità dei percorsi formativi per i giovani il cui ISEE-U è di 28mila euro. Questo è importante perché, così, ci siamo discostati dalla media nazionale per rimarcare che le università statali sono gratuite per i soggetti più fragili e non deve mancare l’attenzione al merito e agli aspetti sociali».  Infatti, verranno esentate dal pagamento delle tasse anche le donne vittime di violenza di genere.

Nuova offerta formativa UniMe: 6 nuovi corsi di studio

La professoressa Candida Milone ha dichiarato: «Quest’anno, con l’attivazione di 6 nuovi corsi di studio, raggiungiamo circa 100 corsi di laurea attivi. La programmazione didattica sarà fatta con grande attenzione a quella che è la formazione più interdisciplinare possibile. Abbiamo due corsi di laurea triennali in inglese e uno che riguarda le scienze del mare. Il corso riguardante la scienze del mare è importante non solo perchè viviamo in un’isola ma perchè è al passo con i tempi a livello globale, visti i cambiamenti climatici».

I nuovi corsi:

  • Marine Science and Blue Biotechnologies (classe L-13), corso di Laurea triennale in lingua inglese;
  • Transnational and European Legal Studies (classe L-14), corso di Laurea triennale in lingua inglese che si prefigge lo scopo di formare giuristi europei;
  • Bioingegneria (classe LM-21), corso di laurea magistrale che formerà ingegneri biomedici e bioingegneri;
  • Scienze della Formazione Primaria (classe LM-85bis), percorso a ciclo unico della durata di cinque anni, che abilita alle professioni di Insegnante di scuola dell’infanzia e di Insegnante di scuola primaria.

La  professoressa Milone ha ricordato anche la grande innovazione nei corsi di laurea di area economica: «abbiamo proposto due nuovi corsi di laurea con profilo più rispondente alle esigenze del mondo moderno. Per uno di questi corsi, è attivo anche il doppio titolo in Corsica».

  • Metodi Quantitativi per l’Economia e la Finanza (classe LM-56), corso di laurea magistrale per preparare esperti in economia quantitativa e finanza quantitativa;
  • Digital Transformation and Innovation Management (classe LM-77);  si tratta di un corso multidisciplinare in cui la figura professionale con le nuove tecnologie riesce a gestire e vivere visioni sulle dinamiche d’impresa.

Nuova offerta formativa UniMe: verso l’aiuto degli studenti

La Rettrice ha anche sottolineato che, attualmente, alcuni studenti UniMe sono in provincia di Cosenza sotto la guida del prof. Mollo per degli scavi archeologici. Degli studenti di ingegneria si trovano a Montecarlo con un’imbarcazione che sarà protagonista di una gara, interamente costruita e progettata da loro che porta il nome dello scomparso prof. Guglielmino.

Il prof. Antonio Germanà ha affermato: «accanto a questa offerta formativa e alla compagna immatricolazioni che inizierà il 15 luglio, una volta reclutati studenti anche internazionali, dobbiamo dare a questi studenti che scelgono Messina una serie di servizi per farli rimanere nel nostro Ateneo. L’Ateneo deve essere inclusivo, moderno e internazionale».

«Il nostro obiettivo – ha aggiunto il prof. Germanà – è quello di offrire i servizi migliori possibili e sempre più opportunità agli studenti che ci scelgono. A quello che già offriamo, penso ad esempio alla possibilità di fare sport gratuitamente, agli alloggi della Cittadella sportiva o del Residence Liberty le cui tariffe sono state calmierate, abbiamo scelto di affiancare altre importanti iniziative». Tra queste, ad esempio, per gli studenti internazionali è previsto uno speciale servizio di tutorato e una tipologia di orientamento cadenzata nell’arco di tutto l’anno. Durante la conferenza stampa, infatti, è stata ricordata la massiccia presenza di studenti internazionali in UniMe: sono circa 900 gli studenti stranieri immatricolati su 7000.

(173)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.