Comitato “C’è vita sul mare!”: un megafono per denunciare l’ “anarchia” nella Riviera nord

riviera nordÈ S.O.S. a Contemplazione, villaggio della riviera nord di Messina, dove residenti e non, hanno sentito la necessità di costituirsi, lo scorso 17 febbraio,  in un comitato denominato: “C’è vita sul mare!”, allo scopo di preservare questo sito dall’incuria e disattenzione delle istituzioni locali. Dopo l’esperienza fallimentare di denunciare le numerose pecche e disagi esistenti nel villaggio, a titolo personale, la gente della riviera ha deciso di legittimare la propria voce per dare un peso specifico  e ottenere finalmente attenzione alle esigenze molteplici che dal territorio si sollevano giorno dopo giorno. Ormai da tempo, i primi tre villaggi che dall’Annunziata separano il centro cittadino, hanno cancellato le attese e le aspettative che i loro i nomi ameni potrebbero evocare o suggerire. Non esistono dunque più, Paradiso, Contemplazione e Pace, ma i luoghi in cui sorgono sono ormai dominati da caos, incuria e mancanza di rispetto di tutte le leggi vigenti. Proprio al fine di ripristinare le regole di convivenza civile, riscoprire un’essenziale fiducia nei rapporti con l’amministrazione pubblica e le istituzioni locali, si è costituito un Comitato di volontariato libero,  con l’auspicio di ottenere da parte delle pubbliche autorità la tutela dei diritti essenziali e il rispetto delle regole basilari. Tante sono le istanze rivendicate, che vanno dalla mancata costante e adeguata pulizia delle strade, fino alle gravi condizioni sanitario/ambientali conseguenti al cattivo funzionamento del sistema fognario in alcune parti della riviera. A ciò si aggiungono poi le problematiche che si presentano nella stagione estiva, durante la quale vige una situazione di abbandono delle spiagge della litoranea e si assiste, impotenti, all’inquinamento acustico causato dalle discoteche a cielo aperto, collocate a pochi metri dalle abitazioni. Una situazione di emergenza che vede la totale assenza di controllo della circolazione stradale, causa di una condizione di perenne e  pericolosa illegalità cui le autorità competenti al controllo sembrano non prestare alcuna attenzione. Il comitato quindi chiede una maggiore condivisione e comunicazione con i cittadini  sulle scelte amministrative e politiche attuate e non sul territorio, le cui conseguenze ricadono sui residenti e sui commercianti della riviera nord che, da anni, subiscono innumerevoli disagi. Gli organizzatori, a tale scopo, si sono dichiarati intenzionati a promuovere ogni iniziativa utile e necessaria, volta a tutelare la qualità della vita dei  residenti, agendo attraverso campagne di sensibilizzazione dell’opinione pubblica, favorendo parallelamente una ri-vitalizzazione dei villaggi della  litoranea. In quest’ottica, si intende avviare, in tutte le forme lecite, una costante e  consapevole attività di monitoraggio, stimolo e collaborazione con le  istituzioni e gli enti locali. L’iniziativa rimane aperta a chiunque condivida i principi ispiratori del Comitato, che può sottoscrivere il documento per l’adesione: “C’è vita sul mare!”, disponibile nella libreria Doralice (via Consolare Pompea a Contemplazione) e sede scelta dallo stesso comitato.

Marcella Fontana

(48)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *