Muoviti Leggero: Messina sperimenta la mobilità sostenibile

A Messina arriva “Muoviti Leggero”, sperimentazione nazionale di mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro. Il progetto – finanziato con 1milione di euro dal Ministero dell’Ambiente – agevolerà lo spostamento sui mezzi pubblici grazie a sconti e all’arrivo di 70 biciclette. Vice sindaco Salvatore Mondello: «Non è una scelta ma una necessità».

Muoviti Leggero, Messina è nel programma del Ministero dell’Ambiente

“Muoviti Leggero” è il progetto che il Comune di Messina – insieme all’Università, l’A.T.I. Euromobility e CRAS- Centro ricerche applicate per lo sviluppo sostenibile – ha presentato al Programma Sperimentale nazionale di mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro promosso dal Ministero dell’Ambiente.

Il progetto intende sviluppare buone pratiche di sostenibilità ambientale incentivando l’uso dei mezzi pubblici per snellire il traffico messinese, ridurre l’inquinamento ambientale/acustico e smaltire le zone maggiormente congestionate, in modo particolare in prossimità di scuole e uffici.

Muoviti Leggero, le alternative alle automobili anche a Messina:

  • Trasporto Pubblico Locale: è prevista la riduzione del 50% dell’abbonamento mensile/trimestrale, su tutte le linee di TPL, gestite dall’Azienda Trasporti Messina.
  • Bike to work: il progetto prevede sia azioni di pura sensibilizzazione nei confronti dei lavoratori e degli studenti, che iniziative che possono incentivarne l’uso con premialità o una vera e propria remunerazione a fronte del dimostrato utilizzo della bicicletta per spostamenti sistematici. In arrivo 70 bici elettriche, che ad aprile dovrebbero essere operative.
  • Car pooling: mettere in contatto – tramite piattaforma digitale – lavoratori e studenti per condividere un veicolo privato per un percorso comune.
  • Traffic calming: interventi – come gli attraversamenti pedonali rialzati –  finalizzati alla creazione di maggiori condizioni di sicurezza. La sperimentazione verrà efettuata nei pressi delle scuole “Verona Trento” e “La Farina” (via XXIV Maggio) e “Gallo”-“Mazzini” e “ITIS Verona Trento” (via Natoli).

MuoviMe

MuoviMe è la piattaforma realizzata dall’Università degli studi di Messina – partner del Comune – per rendere più agevole la possibilità di usufruire di sconti e incentivi. All’interno della piattaforma:

  • Guida utente per la registrazione alla piattaforma muovime.it.
  • Informazioni sulle procedure da adottare al fine di usufruire dei servizi TPL.
  • Procedura per l’attivazione dell’abbonamento agevolato ATM tramite l’app MyCicero.

Messina Green

Muoviti Leggero permetterà al Comune di Messina di allinearsi ad altre città italiane. «La politica della mobilità – afferma il vice sindaco di Messina, Salvatore Mondello – è possibile grazie alla progettualità e alla sinergia dei diversi partner. Questa non è una scelta ma una necessità. Messina – continua l’Assessore Carlotta Previti – deve rispettare i parametri 2020/2027 altrimenti ci saranno delle ammende pesantissime. Nonostante quello che si possa pensare, Messina si presta ad essere alleggerita dal traffico veicolare. Questo progetto potrebbe portare Messina a essere candidata a Città Verde».

Quanto costa la sostenibilità?

Il programma sperimentale nazionale di mobilità sostenibile casa – scuola, casa – lavoro del Ministero dell’Ambiente promuove misure di green economy. Per l’attuazione del programma sperimentale nazionale sono destinati 35 milioni di euro.

Venti milioni di euro andranno al nord, per finanziare 23 progetti di mobilità sostenibile. Oltre 13 milioni di euro andranno invece al centro-sud per finanziare 14 progetti. Le restanti risorse sono destinate alle attività di monitoraggio. Messina riceverà un finanziamento dal Ministero di: 1.365.260,00 euro.

 

 

 

 

 

 

(396)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *