Migranti nelle baracche: critiche e applausi sulla “provocazione” di De Luca

Primo piano Cateno De LucaNon potevano passare inosservate le parole del sindaco di Messina Cateno De Luca che, nella giornata di ieri, ha proposto con un post su Facebook di trasferire i migranti nelle baracche per ospitare, invece, i “baraccati” negli alberghi.

Una provocazione, altro non può – o non dovrebbe – essere, soprattutto considerando che il Sindaco quelle baracche intende buttarle giù, come ha ricordato Alessandro Russo, consigliere del centrosinistra, ma che ha scatenato reazioni di diverso tipo, dallo sdegno all’approvazione. Di certo, restare indifferenti alle esternazioni spesso sopra le righe del primo cittadino è difficile, se non impossibile, in un senso o nell’altro. Così, già nella seduta del Consiglio Comunale di ieri gli animi si sono accesi e una prima reazione di sdegno è arrivata dalle file dei 5 Stelle, e in particolare dalla voce dell’ex candidato sindaco e consigliere comunale Gaetano Sciacca, che ha definito le dichiarazioni di De Luca “una vergogna”.

«Che brutta cosa il populismo» ha continuato Russo su Facebook; mentre l’ex assessore della Giunta Accorinti, Daniele Ialacqua, ha parlato, sempre sul social network di Zuckerberg, di “strumentalizzazione della questione migranti”, definendo le dichiarazioni del Sindaco “disgustose” e aggiungendo che «con il suo linguaggio ed il suo modo di agire calpesta la dignità di uomini, migranti e non, e contribuisce a creare un clima di odio e di tensione».

È netta anche la presa di distanza di CapitaleMessina che, con una nota del presidente Gianfranco Salmieri ha sottolineato che: «Anche se siamo pronti a scendere accanto al Sindaco per sostenere l’eliminazione delle baracche, questa uscita l’abbiamo trovata eccessiva». Nessuno, ha aggiunto, dovrebbe vivere in condizioni simili.

Sono stati tanti, però, anche gli applausi che, tradotti in emoticon, hanno seguito i due post pubblicati su Facebook da De Luca, sotto i quali è possibile leggere più di un migliaio di commenti e reazioni. Non sono tutti positivi, com’è ovvio che sia, e anche chi ha apprezzato le finalità della “provocazione” del Sindaco, non sempre ne ha condiviso i toni.

Al momento, comunque, la questione sembra chiusa. De Luca ha annunciato l’avvio di un’indagine sul centro di Bisconte perché sospetta sia abusivo, mentre i 139 richiedenti protezione internazionale stanno a poco a poco raggiungendo le strutture che gli hanno offerto asilo.

(357)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *