Messina Street Food Fest 2022. Tutte le novità della grande festa del cibo di strada

Pubblicato il alle

7' min di lettura

Tutto pronto per il Messina Street Food Fest. Dopo due anni di stop forzato a causa della pandemia, la grande festa del cibo di strada torna nella città dello Stretto. Tutti i dettagli dell’evento sono stati svelati ieri, durante un evento di preview riservato a Istituzioni, Stampa, food blogger e partner. A fare da cornice la splendida location di Villa Ida, in una serata all’insegna del gusto.

La quarta edizione di Messina Street Food Fest si terrà a Piazza Cairoli da giovedì 13 a domenica 16 ottobre con tante novità rispetto alle edizioni passate ma anche qualche punto saldo. Saranno 40 le “casette food” che comporranno l’ormai famoso villaggio gastronomico, con altrettante specialità messinesi, siciliane e provenienti da alcune regioni italiane. Di queste la metà saranno new entry. Non mancheranno anche delle proposte della gastronomia estera come il churros spagnolo e il panino con la picanha brasiliana. 

«Ad oggi abbiamo confermato 39 operatori sui 40 posti disponibili. Abbiamo fatto un grande lavoro di ricerca di nuove proposte food – ha dichiarato il presidente di Confesercenti Messina Alberto Palella – ma stiamo ancora cercando un operatore disposto a cucinare senza glutine che non siamo, fino a questo momento, riusciti a trovare. Ogni operatore prepara un solo prodotto ma, in questo caso, siamo disposti anche a far preparare due o tre prodotti gluten free pur di avere un’offerta che tenga conto di un’esigenza alimentare importante».

Gli orari del Messina Street Food Fest 2022

L’ingresso al Messina Street Food Fest è libero, ma per questa edizione è stata introdotta un’importante novità sulle modalità di accesso alla degustazione. Per assaporare le specialità del villaggio gastronomico bisognerà acquistare i token, che avranno un costo di 1 euro ciascuno. Su ogni casetta food sarà riportato il costo in token della specialità proposta o della bevanda. Altra novità importante riguarda i metodi di pagamenti. Sarà possibile pagare anche con carta di credito e bancomat, grazie alla presenza del pos. Così facendo sarà possibile anche accelerare le operazioni alle casse, agevolare il pubblico e ridurre le code.

Il villaggio del gusto sarà aperto nei seguenti giorni ed orari:

  • giovedì 13 ottobre dalle 18:00 all’1:00
  • venerdì 14 ottobre dalle 11:00 alle 15:00 e dalle 18:00 all’1:00
  • sabato 15 ottobre dalle 11:00 alle 15:00 e dalle 18:00 all’1:00
  • domenica 16 ottobre dalle 11:00 all’1:00.

Federico Basile chef per un giorno al Messina Street Fish

Insieme allo Street Food Fest torna anche il Messina Street Fish, che si svolge con il sostegno della Regione Siciliana – Assessorato Agricoltura Sviluppo Rurale e Pesca Mediterranea, Dipartimento della Pesca Mediterranea attraverso il PO FEAP 5.68. Sarà ospitato all’interno di una tendostruttura nel cuore di piazza Cairoli, teatro di nove show cooking che avranno come protagonista il “pesce povero” del nostro mare. Il pescato locale verrà interpretato nelle ricette di prestigiosi chef che si alterneranno ai fornelli, tra cui lo chef Natale Giunta.

Ad aprire gli show cooking, giovedì 13 ottobre sarà il sindaco di Messina Federico Basile, che si metterà alla prova in cucina come chef per un giorno. «Chef è un parolone – ha affermato sorridendo il primo cittadino. Diciamo che mi avvicinerò ai fornelli. Dopo due anni di pandemia e al di là delle ferite che ha lasciato, eventi come questo devono ritornare, stiamo lavorando in questo senso perché Messina merita un rilancio che passi attraverso iniziative che non sono solo cibo ma anche cultura e tanto altro».

Il Messina Street Fish ha rima con solidarietà. Il ricavato degli show cooking, infatti, verrà devoluto ai 3 i partner solidali: Il Cirs- Casa Famiglia, la Mensa di S. Antonio e l’associazione Terra di Gesù Onlus.

Consolidata anche la partnership con l’IIS Antonello, con il coinvolgimento nella manifestazione, oltre che degli studenti dei tradizionali indirizzi legati alla ristorazione e all’accoglienza, anche di quelli iscritti agli indirizzi di grafica e comunicazione. Proprio loro parteciperanno infatti al contest fotografico “Occhio, cuore, gusto”, in cui dovranno immortalare momenti e visioni inedite del Messina Street Fish.

Il primo grande evento dopo la pandemia

All’incontro ha preso parte anche l’assessore alle Attività Produttive e Promozionali Dafne Musolino. «Questa è la terza edizione che posso fare insieme a voi. Due le abbiamo fatte con l’amministrazione De Luca e questa è la prima con il sindaco Basile che ha subito accolto la possibilità di compartecipare all’organizzazione del Messina Street Food Fest. Il tassello in più che aggiungiamo è che inseriamo questo evento all’interno del portale dedicato al turismo VisitMe, attraverso il quale i turisti e tutti coloro che vorranno visitare Messina potranno sapere quali eventi vengono organizzati e accedere ad una forma promozionale del territorio in cui il tessuto sociale collabora con l’amministrazione per promuovere la città e farla conoscere anche fuori dai suoi confini territoriali».

Il presidente della Camera di Commercio Ivo Blandina ha sottolineato che: «Il Messina Street Food Fest 2022 è il primo grande evento dopo la pandemia che ridà spinta a diversi settori legati all’enogastronomia che è fattore fondamentale per un tipo di turismo che rappresenta una grande opportunità per il nostro territorio. Le eccellenze, le produzioni, esercenti, commercianti… sono pronti per rimettere in marcia la nostra economia. Questa manifestazione è patrocinata dalla Camera di Commercio e,  l’unica della regione, patrocinata da Unioncamere Sicilia, a testimonianza della validità del progetto».

Don Minico: simbolo dello street food a Messina

Nel corso della conferenza stampa di ieri sera, il direttore di Confesercenti Messina Daniele Andronaco ha consegnato un riconoscimento a Paolo e Domenico Mazza,  rispettivamente figlio e nipote di Don Minico, ideatore del celebre panino alla disgraziata e pioniere dello street food messinese. Si tratta del Premio Saro Ansaldo Patti 2022 consegnato con la seguente motivazione: “Per aver mantenuto il “mito” di Don Minico, Re dei Peloritani epioniere dello Street Food con la sua Pagnotta alla Disgraziata”.

La grande festa del cibo di strada è promossa ed organizzata da Confesercenti Messina in partnership con il Comune di Messina e con il patrocinio di: Unione Europea, Mipaaf, Feamp, Sicilia Sea Food, Regione Siciliana – Assessorato Agricoltura Sviluppo Rurale e Pesca Mediterranea- Dipartimento della Pesca Mediterranea, Città Metropolitana di Messina, Comune di Mirto, Unioncamere Sicilia, Camera di commercio DI MESSINA, Visit Me, IIS Antonello, Fondazione Albatros, Associazione provinciale cuochi Messina, Associazione Italiana Celiachia e Scienze4 life.

Al termine della presentazione del festival del cibo di strada, i presenti hanno potuto degustare in anteprima alcune delle specialità che saranno presenti al Messina Street Food Fest ed altre offerte da Gran Mirci e dal Bakery Chef Francesco Arena. L’evento è stato inoltre arricchito dalla musica live degli “Approssimativi” e da una performance di nuoto sincronizzato nella piscina di Villa Ida proposta dall’ASD Calypso Messina con le atlete Maddalena Monteleone, Gloria Mondello e Rita Caselli, allenate da Consuelo e Cinzia Cucinotta.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

(734)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.