Messina. Sicurezza di via Consolare Pompea, De Luca: «I divisori funzionano»

chiesa di grotte in via consolare pompea a pace«Le misure di sicurezza disposte sulla via Consolare Pompea funzionano, prova ne sia il fatto che non si sono più registrati incidenti gravi e mortali» a dichiararlo è il sindaco di Messina Cateno De Luca che, a margine di un Tavolo Tecnico sulla sicurezza stradale svoltosi nella giornata di ieri, mercoledì 16 settembre, ha fatto il punto sulla situazione e annunciato alcune novità.

I troppi incidenti verificatisi nel corso degli anni lungo la via Consolare Pompea (vale a dire, la litoranea) hanno spinto l’Amministrazione a prendere provvedimenti. Dopo diverse proposte di consiglieri comunali e comitati cittadini e diverse Sedute della Commissione competente in materia si è deciso di collocare lungo la strada, in via sperimentale, dei “delineatori flessibili”, cioè dei divisori, con l’obiettivo di impedire “sorpassi pericolosi”.

I divisori sono stati posizionati verso fine giugno e oggi il Primo Cittadino ha fatto il punto della situazione a seguito dell’ultimo Tavolo Tecnico sulla sicurezza stradale. Durante la riunione, ha spiegato Cateno De Luca: «Si è proceduto all’esame delle criticità di via Consolare Pompea dove si è accertato che le misure di prevenzione della incidentalità stradale messe in atto dall’Amministrazione si sono dimostrate efficaci, prova ne sia il fatto che non si sono più registrati incidenti gravi e mortali nell’arteria viabile via Consolare Pompea dove in passato si è registrata la più alta percentuale di incidentalità stradale».

Nel corso della riunione, alla presenza del Sindaco, dell’Assessore Mondello, dell’Assessore Musolino, del Presidente della ATM Pippo Campagna, del Dirigente della Polizia Municipale ing. Signorelli e del Responsabile dei Servizi Operativi Territoriali Magg. Crisafulli, si è anche deciso di collocare i nuovi Vigili Urbani recentemente assunti a Messina sui bus Shuttle di ATM e in corrispondenza delle scuole per garantire la sicurezza

(206)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *