Messina. Riaprono i mercati non alimentari di Viale Giostra e Villaggio Aldisio

Riaprono a Messina i mercati rionali non alimentari di Viale Giostra e di Villaggio Aldisio. A stabilirlo è un’ordinanza del vicesindaco Salvatore Mondello contenente al suo interno le linee guida e le regole di sicurezza da rispettare per il contenimento del coronavirus.

Dopo oltre due mesi di chiusura e dopo il lascia passare del Governo nazionale e della Regione Siciliana, il Comune di Messina dà il via libera alla riapertura dei mercati non alimentari, che potranno riprendere la propria attività secondo gli orari adottati prima dell’inizio dell’epidemia e rispettando le “Linee guida per la riapertura delle Attività Economiche, Produttive e Ricreative” approvate il 16 maggio 2020 dalla Conferenza delle Regioni e delle Provincie autonome.

Riprendono quindi le proprie attività:

  • il mercato rionale non alimentare di Viale Giostra, che si svolge nell’area ex Mandalari il martedì e il venerdì;
  • il mercato rionale non alimentare del Piazzale di Villaggio Aldisio, che si svolge il mercoledì e il giovedì.

Linee guida per la riapertura dei mercati di Viale Giostra e di Villaggio Aldisio a Messina

Gli operatori dei mercati rionali non alimentari di Viale Giostra e di Villaggio Aldisio potranno riaprire a patto che seguano le “Linee guida per la riapertura delle Attività Economiche, Produttive e Ricreative” approvate il 16 maggio 2020 dalla Conferenza delle Regioni e delle Provincie autonome.

Queste le regole da rispettare:

  • delimitare i corridoi da cui passano i clienti impedendo il transito laterale tra i banchi mediante il posizionamento di nastri/fettucce di delimitazione;
  • essendo il mercato area ex Mandalari “cinturato”, occorrerà regolare l’accesso delle persone al perimetro con l’ausilio di personale volontario che si occupi di contingentare gli ingressi per evitare assembramenti;
  • nelle aree di mercato libere, come quello di Villaggio Aldisio, basterà la presenza di personale volontario che si occupi di verificare che non si creino assembramenti;
  • in caso di assembramenti o mancato rispetto delle distanze interpersonali occorrerà far uscire i clienti dall’area del mercato;
  • deve essere rispettata la distanza minima di sicurezza tra le persone di 1 metro;
  • clienti e operatori dovranno tutti indossare mascherina e guanti;
  • gli operatori devono usare prodotti igienizzanti per le mani e renderli disponibili anche alla clientela.

(Foto d’archivio)

(867)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *