mercato delle pulci generica

Messina, riapre il mercato delle pulci di Giostra: gli orari e le regole per gli operatori

Pubblicato il alle

2' min di lettura

È ufficiale: riapre il mercato delle pulci di viale Giostra, nell’area ex Mandalari. A disporlo, il sindaco di Messina, Cateno De Luca, con un’ordinanza che stabilisce i giorni e gli orari di apertura, e le regole che i venditori di oggetti usati devono seguire per poter esporre la propria merce.

Dopo le tante richieste, tra cui anche la più recente portata avanti dal consigliere comunale, Salvatore Sorbello, il mercato delle pulci di viale Giostra riapre già da questa domenica 28 novembre, dalle ore 8.30 alle ore 12.30. Chi è interessato a ottenere uno stand può fare domanda tramite l’avviso predisposto dal Dipartimento Servizi alle imprese. I posti disponibili sono in totale 100.

Vediamo, nel dettaglio, cosa prevede l’ordinanza firmata dal sindaco Cateno De Luca, quali sono le regole e i divieti per gli operatori.

Le regole del mercato delle pulci di viale Giostra

Secondo quanto stabilito dall’ordinanza n.281 del 24 novembre 2021, gli operatori del mercato delle pulci di viale Giostra devono:

  • dichiarare tramite autocertificazione di non essere imprenditori commerciali;
  • essere autorizzati alla vendita o esposizione di prodotti per definite categorie merceologiche;
  • costituirsi in un Comitato di Gestione per Pautoregolamentazione e disciplina delle aree di esposizione e rispetto delle disposizioni vigenti e faccia da referente per l’Amministrazione;
  • esporre articoli in perfetto stato di conservazione (abbigliamento, elementi di arredo, utesili, strumenti musicali, libri, riviste, vinili);
  • garantirne la sanificazione degli articoli nel rispetto delle norme nazionali e di quelle regionali come disciplinate nelle ordinanze emanate dal Presidente della Regione Siciliana per il contenimento da contagio da Covid-19;
  • poter dimostrare, anche tramite autocertificazione, la provenienza della merce esposta in qualsiasi momento su richiesta da personale appartenente alle Forze dell’Ordine;
  • esporre gli articoli su banco opportunamente allestito; è severamente vietato esporre la merce a terra.

È invece vietato introdurre:

  • attrezzi che presentino lame o punte o che possano ferire (ad es.decespugliatori, martelli);
  • bevande alcoliche.

Spetterà poi agli esercenti lasciare in ordine l’area occupata dal proprio stand e conferire i rifiuti seguendo la raccolta differenziata.

(727)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.