Messina, cercasi rappresentante del Comune nel CdA del Teatro Vittorio Emanuele: l’avviso pubblico

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Non solo i vertici delle partecipate, il Comune di Messina è alla ricerca anche di un nuovo rappresentante di Palazzo Zanca all’interno del Consiglio di Amministrazione dell’EAR, il Teatro Vittorio Emanuele. Dopo le dimissioni dell’architetto Nino Principato, infatti, la posizione non è stata ancora coperta e nei giorni scorsi è stato pubblicato un apposito avviso pubblico, in scadenza il 24 settembre, legato anche al rinnovo della Giunta comunale.

Qualche giorno fa vi abbiamo mostrato gli avvisi pubblicati sul rito del Comune di Messina per il rinnovo dei vertici delle partecipate. La ragione è semplice: con il cambio della guardia a Palazzo Zanca e l’elezione del nuovo sindaco Federico Basile la legge prevede la «decadenza automatica degli incarichi fiduciari effettuati dal Sindaco precedente». Quindi, sia i CdA delle partecipate che le altre nomine di natura fiduciaria decadono. Vale per ATM, AMAM, MessinaServizi e così via, ma anche per l’ente Teatro.

I requisiti richiesti per la candidatura a rappresentante del Comune, scelto dal sindaco, all’interno dell’EAR (Ente autonomo regionale Teatro di Messina) sono quelli base:

  • essere cittadini dell’Unione Europea con godimento dei diritti politici.
  • Di onorabilità, professionalità e indipendenza di cui all’art. 2387 del codice civile;
  • avere adeguata competenza tecnica, professionale, gestionale o amministrativa per le funzioni disimpegnate presso Enti, Aziende pubbliche e/o private;
  • non trovarsi nelle situazioni di inconferibilità ed incompatibilità di cui al D.Igs. n. 39/2013 ed alla Legge n. 190/2012 e ss.mm.ii.(Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione) ed agli artt. 2382 e 2399 c.c. (cause di ineleggibilità e di decadenza), nonché, con quanto previsto nella Legge 25 n. 17/1982 (cd. Legge Anselmi) e dovranno portare a conoscenza di questa Amministrazione la loro eventuale appartenenza ad Associazioni, ONLUS, Cooperative Sociali, Logge massoniche, Fondazioni o ogni altro genere di forme associative pubbliche e private non coperte dalla privacy. Tali condizioni dovranno essere riportate nel Curriculum Vitae e dimostrate attraverso apposita dichiarazione allegata al presente Avviso Pubblico che, se mendace, comporterà l’immediata decadenza ex tunc dalla carica ricoperta con la designazione e/o nomina.

Le candidature vanno presentate entro il 24 settembre 2022. Maggiori informazioni a questo link.

(217)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.