Messina. Arriva il lieto fine: il Comune ha trovato i suoi due attacchini

municipio-messina-sinistraSembra essere finalmente giunta al termine l’affannosa ricerca di attacchini per il Comune di Messina che, pochi giorni fa, aveva portato il sindaco Cateno De Luca a parlare, per la prima volta dall’inizio del mandato, di possibili licenziamenti.

Il primo cittadino, infatti, non riusciva a capacitarsi di come tra i 200 dipendenti comunali di categoria A (operatori) e i 300 di categoria B (collaboratori), non fosse stato possibile, in un mese e mezzo di ricerche, trovare qualcuno da ricollocare al servizio affissioni.

Niente licenziamenti, quindi, perché la ricerca, iniziata il 19 luglio, sembra essersi conclusa. A seguito della richiesta, depositata lo scorso 10 agosto dal Dirigente del Dipartimento Entrate Tributarie, di individuare almeno 2 dipendenti appartenenti alla categoria A da assegnare al servizio affissioni, è stato trovato il personale necessario.

Nello specifico, si tratta di 2 dipendenti provenienti uno dal dipartimento Politiche culturali ed Educative, l’altro dal dipartimento Cimiteri e Verde Pubblico. I 2 saranno trasferiti in mobilità al Dipartimento Entrate Tributarie e a loro verrà affidato, appunto, il ruolo di attacchini.

A sancire questo passaggio è determina n. 4105 del 27 agosto che specifica, inoltre che «il provvedimento non comporta effetti diretti o indiretti sulla situazione economico-finanziaria o sul patrimonio dell’Ente, trattandosi di decisioni di natura gestionale attuativa già muniti di autonoma attestazione di copertura della spesa contenuta in altri atti presupposti». Quindi, in sostanza, non ci saranno spese aggiuntive per le casse comunali.

(4097)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *