Messina, il CUS Unime sospende le attività e chiude gli impianti

Nel rispetto delle nuove disposizioni governative, anche il CUS Unime sospende – fino al 24 novembre – le attività sportive. Dopo la riapertura parziale dello scorso 22 ottobre, dedicata solo a studenti e personale universitario, la Cittadella Sportiva Universitaria ha dovuto nuovamente chiudere.

L’Università di Messina comunica che, «in attesa dei protocolli delle singole Federazioni Sportive Nazionali e di chiarimenti e/o approfondimenti da parte delle autorità competenti, tutte le attività sportive saranno sospese e gli Impianti sportivi della Cittadella Sportiva Universitaria e del Complesso Sportivo Primo Nebiolo rimarranno chiusi a partire da oggi – lunedì 26 ottobre – e fino a nuove disposizioni».

Nuovo Dpcm – le misure anticovid per lo sport

Quindi con il nuovo Dpcm il CUS Unime sospende le attività e ci sono modifiche alle disposizioni relative alle attività sportive. Ecco cosa cambia:

  • Sport amatoriale: sospesi sport di contatto, come per esempio le partite di calcetto perché «attività avente carattere ludico amatoriale».
  • Sport di base: sospeso lo sport scolastico
  • Sport dilettantistico: sì ad allenamenti e campionati di livello regionale e nazionale, no a gare e competizioni di livello provinciale, ove restano possibili solo allenamenti individuali e con distanziamento
  • Palestre e piscine: sospese le attività di palestre e piscine, centri natatori e centri benessere. Mentre resteranno aperti i centri e i circoli sportivi pubblici e privati nel rispetto delle norme del distanziamento sociale e senza assembramenti.
  • Sport all’aperto: consentite le attività sportive o motorie nei parchi con la distanza di sicurezza.

(81)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *