rada san francesco messina

Messina, C&T e Comet si aggiudicano le gare per il traghettamento sullo Stretto

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Si sono concluse le due gare per l’affidamento in concessione degli approdi della Rada San Francesco. Ad aggiudicarseli, Caronte & Tourist e Comet Srl. L’affidamento è su base triennale e riguarda il servizio di traghettamento sullo Stretto di Messina, nonché la manutenzione, l’esercizio in sicurezza e custodia degli approdi.

Nello specifico, Comet Srl si è aggiudicata il Terminal 1 come prima classificata, con un rialzo del 20% sull’importo a base d’asta, corrispondente ad un canone triennale complessivo di 432mila euro; Caronte & Tourist, invece, si è aggiudicata il Terminal 2 con un rialzo del 200% sull’importo a base d’asta, corrispondente ad un canone triennale complessivo di 720mila euro.

I due bandi prevedono «l’affidamento triennale in concessione […], di beni demaniali e di specchi acquei antistanti zona di mare in località rada S. Francesco del Porto di Messina, al fine di condurvi la gestione commerciale di pubblico esercizio di approdi e aree pertinenziali a servizio di tutti i vettori marittimi interessati ad operare il cabotaggio marittimo nazionale tra le sponde dello Stretto di Messina di mezzi gommati e passeggeri, nonché la manutenzione, l’esercizio in sicurezza e custodia di essi».

Caronte & Tourist aveva partecipato a entrambi i bandi, classificandosi prima e, per le regole stabilite al momento della pubblicazione del bando, ha dovuto rinunciare a uno dei due terminal (il terminal 1, comprensivo di approdi attualmente inutilizzati), che è quindi andato alla seconda classificata, la Comet Srl.

(278)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.