municipio giornata contro l'omofobia: palazzo zanca illuminato arcobaleno

Messina contro omofobia, lesbofobia, transfobia e bifobia: il Comune si fa arcobaleno

Pubblicato il alle

2' min di lettura

“Blocca l’odio, condividi il rispetto”: il Comune di Messina aderisce alla campagna per la Giornata contro l’omofobia, la lesbofobia, la transfobia e la bifobia e illumina Palazzo Zanca dei colori dell’arcobaleno. Santoro: «Ritengo importante l’azione delle istituzioni a supporto di queste ricorrenze al fine di attivare sul piano locale politiche che sappiano contrastare le discriminazioni nei confronti della comunità LGBTI».

In quest’ottica, nella serata di ieri, 17 maggio, Palazzo Zanca ha aderito in qualità di partner alla campagna di comunicazione promossa dalla Rete Re.a.dy con il claim “Blocca l’odio, condividi il rispetto”. La facciata del palazzo municipale si è quindi illuminata dei colori dell’arcobaleno (mentre in piazza nell’immagine è possibile intravedere le illustrazioni fatte dagli studenti in occasione dell’infiorata).

A commentare, il Commissario Straordinario, Leonardo Santoro: «Ho accolto con piacere la richiesta di illuminare di luce arcobaleno il Palazzo Municipale – ha evidenziato – perché auspico possa rappresentare l’occasione per veicolare un messaggio chiaro volto a promuovere iniziative di sensibilizzazione e prevenzione per contrastare il fenomeno dell’omofobia in tutte le sue forme. Ritengo importante l’azione delle istituzioni a supporto di queste ricorrenze al fine di attivare sul piano locale politiche che sappiano contrastare le discriminazioni nei confronti della comunità LGBTI, contribuendo a creare un clima sociale di rispetto e di confronto libero da barriere e pregiudizi per diffondere i principi della tolleranza e del rispetto verso ogni individuo in quanto tale. Sono questi i valori morali su cui si fonda la stessa convivenza democratica».

(51)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.