Foto dell'ospedale Policlinico di Messina

Messina, attivati i posti fissi di Polizia al Papardo e al Policlinico. De Luca (M5S): «Garantire il servizio anche di notte»

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Attivati ieri, mercoledì 1 marzi, i posti fissi di Polizia all’Ospedale Papardo e al Policlinico “G. Martino” di Messina. Saranno operativi nelle ore diurne con l’obiettivo di garantire la sicurezza del personale sanitario e fornire un ulteriore punto di riferimento per l’utenza. Critico il deputato ARS del Movimento 5 Stelle, Antonio De Luca: «L’iniziativa della Questura di Messina è lodevole – sottolinea –, ma potrebbe non essere sufficiente se la copertura  del servizio non verrà  garantita anche di notte».

L’iniziativa rientra in un progetto di più ampio raggio voluto dal Capo della PoliziaDirettore Generale della Pubblica Sicurezza. È stata discussa dal Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica e recepita dalla Questura. Gli agenti della Polizia di Stato saranno presenti in locali messi a disposizione dall’Ospedale Papardo e dal Policlinico. L’ultima richiesta di una presenza delle forze dell’ordine all’interno degli ospedali era arrivata pochi mesi fa a seguito dell’incendio all’Ospedale Papardo dello scorso 22 gennaio.

I presidi saranno attivi, si diceva, in orario diurno. A contestare questa decisione, chiedendo la presenza degli agenti anche la notte, è il deputato regionale Antonio De Luca, del M5S, che a gennaio aveva scritto all’assessore regionale alla Salute, Giovanna Volo, chiedendo l’istituzione di presidi di sicurezza negli ospedali di Messina. Per il parlamentare ARS, infatti, la presenza deve forze dell’ordine dovrebbe essere garantita anche la notte: «L’iniziativa della Questura di Messina è lodevole – afferma –, ma potrebbe non essere sufficiente se la copertura  del servizio non verrà  garantita anche di notte, quando magari è più facile agire indisturbati. Gli atti di violenza e le aggressioni diventano purtroppo sempre più frequenti e mettono a repentaglio sia i sanitari che i pazienti, per cui l’azione di prevenzione e controllo dev’essere quanto più efficace possibile».

«Chiedo dunque a Prefettura e Questura – conclude – di estendere anche alle ore notturne l’attivazione di Posti fissi di Polizia, che serviranno certamente a scoraggiare i malintenzionati e ad evitare che vengano compiuti danni a cose e persone all’interno dei nostri ospedali».

(145)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.