Bando Turismo 2020 della Camera di Commercio di Messina: come partecipare

Foto frontale della Camera di Commercio di MessinaArriva il Bando Turismo 2020 messo a punto dalla Camera di Commercio di Messina. Il bando, per accedere ai contributi a fondo perduto, ha l’obiettivo di mettere in sicurezza le strutture turistiche fornendo assistenza alle imprese, utilizzando lo strumento dei voucher sui temi della pulizia e della sanificazione, dell’offerta dei servizi turistici, della gestione degli aspetti logistici e del personale e degli altri aspetti che riguardano la riduzione dei rischi connessi all’operatività di tutte le tipologie di strutture ricettive. Come partecipare.

Bando Turismo 2020 – come partecipare

Le domande per il Bando Turismo 2020 della Camera di Commercio di Messina, potranno essere presentate:

  • a partire dalle 8.00 del 24 agosto
  • fino alle 14.00 del 7 settembre
  • la domanda deve essere trasmessa, a pena di irricevibilità, esclusivamente all’indirizzo pec cciaa.messina@me.legalmail.camcom.it , inserendo nell’oggetto “BANDO TURISMO – ANNO 2020”
  • saranno automaticamente escluse le domande inviate prima e dopo tali termini. Non saranno
    considerate ammissibili altre modalità di trasmissione delle domande di ammissione al voucher.

«L’Ente camerale intende assumere un ruolo attivo nella promozione di questa filiera coinvolgendo le imprese e contribuendo allo sviluppo del sistema economico locale – afferma il presidente della Camera di commercio, Ivo Blandina – un’azione resasi ancor più necessaria a causa della crisi economica senza precedenti a cui bisogna far fronte all’indomani delle misure restrittive adottate per contenere la pandemia da Covid-19.»

Le tipologie di intervento per il turismo

Tra gli interventi disponibili (le risorse complessivamente stanziate per l’iniziativa ammontano a euro 18.000,00) posso essere

  • Interventi per la dotazione di un Piano di Azione, che formalizzi tutte le procedure da seguire (iniziando dalla pulizia, disinfezione, ecc.), nonché i materiali e le risorse necessari alla sua esecuzione. Per la realizzazione del Piano, è previsto il finanziamento di un servizio di consulenza, che oltre all’analisi dei fabbisogni specifici e alla definizione del Piano, possa seguirne l’implementazione e la successiva fase di supervisione dei risultati finali.
  • Interventi di messa in sicurezza, come per esempio: acquisto di attrezzature, dotazioni e kit medici, pulizia e sanificazione degli ambienti, monitoraggio di ospiti con sintomi.

Tutto il Bando Turismo 2020 qui

(558)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *