https://normanno.com/societa/doppio-cognome-ai-figli-cosa-cambia-con-la-sentenza-della-corte-costituzionale/

Mercato Sant’Orsola, al via le indagini geognostiche: progetto e modifiche viarie

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Qualcosa si muove in quel di viale Giostra, dal 2 al 6 maggio prenderanno il via le indagini geognostiche propedeutiche all’avvio dei lavori per la realizzazione del nuovo Mercato Sant’Orsola di Messina. Per consentire ai tecnici di operare in sicurezza, saranno disposte alcune modifiche alla normale viabilità; in particolare, il divieto di sosta h24 nell’area interessata.

Aggiudicato l’appalto nelle scorse settimane, le indagini geognostiche possono iniziare, avvicinando la data dell’avvio effettivo dei lavori. Il progetto per il nuovo Mercato Sant’Orsola, ricordiamo, prevede la completa ricostruzione della struttura, che sarà quindi buttata giù. Le risorse per la realizzazione dell’opera provengono dal “Fondo PON Città Metropolitane 2014-2020” cofinanziato dal Fondo FSC europeo e ammontano a 5.283.201,26 euro.

Cosa si farà? Al Mercato Sant’Orsola sarà realizzato un nuovo parcheggio dotato di 53 stalli di sosta per le auto, 15 per i motorini, locali igienici e collegamenti verticali. La struttura sarà estesa su tre livelli, due destinati ai box, più un terzo, scoperto, sul terrazzo dell’edificio, che sarà destinato a spazi commerciali ad uso temporaneo.

Intanto, comunque, si comincia con le indagini geognostiche, che servono a conoscere le caratteristiche del suolo su cui si andrà a lavorare. Per consentire l’attività dei tecnici, dal 2 al 6 maggio vigerà il divieto di sosta 0-24, con zona rimozione coatta, in via Placida ed in via Canova, per tratti di metri 10,00 in adiacenza all’area del mercato Sant’Orsola, nelle posizioni meglio indicate nella planimetria.

mercato sant'orsola, divieti di sosta

(96)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.