Isole pedonali a Messina, Sorbello chiede la riapertura: «Danneggiano i commercianti»

isola pedonale in via camiciotti a messina, vicino al verona trentoIl consigliere comunale Salvatore Sorbello chiede la riapertura al traffico delle mini-isole pedonali (temporanee) del centro di Messina. Perché? Perché nonostante siano state ideate con l’obiettivo di aiutare i locali della zona a riprendersi economicamente dalla crisi causata dal coronavirus, secondo l’esponente di Ora Sicilia danneggerebbero i commercianti impedendo ai potenziali clienti di parcheggiare nelle vicinanze dei loro negozi e creerebbero disagi anche ai residenti.

Sorte con un certo ritardo rispetto a quanto previsto inizialmente, con una trafila in Consiglio Comunale durata circa due mesi, le aree pedonali del centro di Messina sono state attivate ieri, lunedì 31 agosto, e resteranno chiuse a macchine e motorini fino al 30 dicembre. Per il consigliere Salvatore Sorbello, però, vanno riaperte subito, se non del tutto quantomeno in determinate fasce orarie.

isola pedonale in via camiciotti a messina, vicino al verona trento

«Le mini isole – ricorda l’esponente del centrodestra – sono state realizzate per dare man forte ad alcuni locali della movida serale che, a causa del covid, avevano avuto ingenti perdite. Orbene, quegli stessi locali che s’intendono aiutare non hanno alcun interesse ad avere l’isola pedonale per tutto il giorno ma soltanto nelle ore serali e notturne. Infatti, durante tutta la giornata questi locali sono spesso chiusi ed il danno lo si fa a tutta una serie di categorie di commercianti che lavorano di giorno, quali parrucchieri, calzolai, vendita di gadget, adesivi, drogherie, abbigliamento, elettronica, casalinghi e quant’altro».

Per il consigliere Sorbello, tra l’altro: «Il vero problema di questa sconsiderata chiusura h24 delle isole è data dal fatto che i new jersey in cemento una volta apposti non sono di facile rimozione se non con l’ausilio meccanico che comporterebbe dei costi in termini di tempo e di denaro».

Insomma, da un lato, secondo il Consigliere, ci sono i locali che aprendo solo la sera non gioverebbero in alcun modo di un’isola pedonale diurna; dall’altro ci sono i negozianti, che svolgono la loro attività di giorno, insieme ai loro potenziali clienti e ai residenti, che invece si ritrovano a dover parcheggiare lontano. «A tutte queste – prosegue Sorbello – si aggiunga anche il tratto di via I Settembre pressi Duomo, che di mattina, restando chiuso al transito, ha danneggiato clamorosamente  quei commercianti eroi rimasti ancora aperti».

Fatte queste premesse, il consigliere comunale di Ora Sicilia chiede la riapertura «almeno fino alle 22.00 delle seguenti mini-isole pedonali: via I settembre  pressi Duomo; via Loggia dei Mercanti, nel tratto compreso tra via C. Colombo e corso Cavour; via C. Colombo, tra le vie Consolato del Mare e Loggia dei Mercanti; via Camiciotti, tra le vie U. Bassi e G. Bruno; complanare lato monte di viale S. Martino, tra viale Europa e via Milano; via Buganza, tra via Giolitti e viale San Martino; via Pozzoleone, tra le vie Argentieri e Garibaldi; San Camillo, tra le vie Gasparro e Argentieri; e via Casalaina, tra via Laudamo e via M. Aspa.

(332)

1 Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *