Il Ponte sullo Stretto di Messina nel “Piano straordinario di infrastrutturazione nazionale”

Il progetto del Ponte sullo Stretto di Messina sarà discusso nell’ambito in occasione della conversione in legge del “Decreto agosto”. A confermalo è il Presidente della Regione Nello Musumeci: «Finalmente – dichiara il Governatore – l’opera assume una rilevanza strategica per le infrastrutture da parte di tutte le Regioni italiane».

Ma facciamo un passo indietro. In poche parole, su proposta di Sicilia e Calabria, la Commissione Affari finanziari della Conferenza della Regioni ha inserito il progetto del Ponte sullo Stretto di Messina nel “Piano straordinario di infrastrutturazione nazionale”. Tale piano è stato già depositato alla Commissione Bilancio del Senato con l’idea di discuterne nell’ambito dell’iter di conversione in legge del “Decreto agosto” – che, ricordiamo, è una manovra del valore di 25 miliardi di euro comprensiva al suo interno di bonus e sostegni economici per famiglie, lavoratori e imprese e dovrà essere convertito in legge entro il 13 ottobre 2020.

Soddisfatto, il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci ha dichiarato: «Finalmente il Ponte sullo Stretto di Messina assume una rilevanza strategica per le infrastrutture da parte di tutte le Regioni italiane». L’opera, di cui si discute ormai da decenni, è tornata a essere oggetto di scontro politico – come ciclicamente accade – proprio nel momento in cui si è cominciato a parlare di piani e misure per la ripartenza del Paese a seguito del lockdown. Da quel momento, il dibattito non si è più fermato e sono state proposte (anzi, riproposte) anche alcune alternative.

(281)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *