Il 17 maggio le associazioni LGBT+ di Messina in piazza per il DDL Zan

Pubblicato il alle

3' min di lettura

Il prossimo 17 maggio, le Associazioni LGBT+ di Messina aderiranno alla manifestazione nazionale per chiedere l’approvazione del disegno di legge Zan – che prende il nome dal deputato del PD Alessandro Zan – e altre misure urgenti per la comunità Lesbica, Gay, Bisessuale e Transgender.

«In questo momento storico e politico cruciale per la comunità LGBTQ+ italiana – si legge nella nota – che da anni aspetta una legge contro l’omolesbobitransfobia, Liberazione Queer+ Messina e Arcigay Makwan Messina decidono di scendere in piazza il 17 maggio per ribadire che la comunità unita vuole #moltopiùdizan.

Le associazioni LGBT+ cittadine aderiranno alla manifestazione nazionale intitolata “legge Zan e molto di più: non un passo indietro” che si terrà il 15 maggio a Roma e lanciano un appello a tutta la società messinese a scendere in piazza Unione Europea il 17 Maggio alle 17 per chiedere #moltopiùdizan e ribadire insieme la volontà di vivere in una società equa».

Non un passo indietro, a Messina a piazza Municipio per il DDL Zan

Per le persone LGBTQ+, il disegno di legge Zan rappresenta una garanzia legislativa importante. «Dopo il vergognoso episodio di discriminazione da parte di un docente universitario nei confronti di Davide – continua la nota di Liberazone Queer+ Messina – è sempre più evidente che il DDL Zan sia una garanzia legislativa importante per le persone LGBTQ+. Per questo motivo le associazioni promettono non solo che non ci sarà alcun passo indietro nei confronti degli emendamenti al ribasso promossi dalla destra, ma che vogliono più di una legge. Chiediamo #moltopiùdizan per ottenere non solo la legge ma vedere approvate le istanze che da essa sono state tralasciate. La legge in tribunale – aggiunge Davide – mi sarebbe potuta servire, ma non avrebbe impedito che la violenza che ho subito si consumasse. Per quello servono azioni strutturali, a partire da interventi nelle scuole e nelle Università».

Contro le discriminazioni

Il DDL Zan è un disegno di legge contro le discriminazioni e violenze per orientamento sessuale, genere, identità e abilismo. Approvato alla Camera nel novembre 2020, il testo è al vaglio della Commissione Giustizia del Senato che si è riunita lo scorso 6 maggio.

Il disegno di legge Zan amplia la legge Mancino inserendo accanto alle discriminazioni per razza, etnia e religione (già contemplate) anche le discriminazioni per sesso, genere, orientamento sessuale, identità di genere e disabilità e prevede poi una serie di azioni per prevenirle. A questo link il testo completo del DDL Zan.

(115)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.